domenica 5 ottobre 2008

Sciuscià - di Vittorio De Sica

Trama
Pasquale e Giuseppe, lavorano come lustrascarpe nei marciapiedi di via veneto e hanno un sogno in comune, avere un cavallo, riescono nell'intento e affittano un cavallo bianco chiamandolon bersagliere.
Senza volerlo, con la complicità di Attilio, si ritrovano coinvolti in un furto ai danni di una chiromante e per questo motivo, vengono arrestati e messi in due celle diverse sperimentando l'inganno e la vendetta.
Il commissario e il direttore del carcere fanno credere a Pasquale che Giuseppe verrà frustato se non rivela i complici, il ragazzo vuota il sacco per non fare frustare l'amico, Giuseppe venuto a sapere che ha parlato ignorando il motivo per cui l'ha fatto, rivela a staffetta che nella sua stanza è nascosta una limetta, gli eventi precipitano, durante una proiezione alcuni scappano e Pasquale per non perdere il cavallo rivela dove è nascosto, qui ci sarà una resa dei conti con Giuseppe che verrà frustato da Pasquale e cade sbattendo la testa...

Commento
Un film che colpisce infondo al cuore, uno dei migliori che ho visto in vita mia.
fino a poco tempo fa consideravo i 400 colpi il miglior film sull'infanzia mai realizzato, dopo la visione di questo capolavoro mi sono ricreduta, senza naturalmente togliere nulla all'opera di Truffaut che è e resta uno dei più grandi film sull'infanzia.
Sciuscià è un capolavoro perchè presenta senza sfacciettatura la realtà dei bambini costretti a lavorare a fare i lustrascarpe e nonostante ciò riescono a seguire i propri sogni, sogni che naturalmente gli adulti con il loro mondo riescono sempre a contaminare.
I nostri protagonisti si ritrovano senza volerlo complici di un furto ai danni di una chiromante, dopo questo fatto conoscono la dura realtà del carcere, l'inganno, la bugia e sperimentando anche cosa vuol dire crescere in fretta.
I nostri protagonisti non sono più quegli amici che insieme hanno inseguito il sogno di possedere un cavallo, sono cresciuti prima di scoprire di essere bambini, prima di possedere un giocattolo o di vivere la vita come qualsiasi bambino dovrebbe fare.
De Sica è bravissimo a dirigere i bambini e si vede ma è anche bravo a disegnare il mondo degli adulti che sono coloro che cambiano per sempre la loro vita, le esperienze in carcere li cambiano spazzando via quei sogni che ogni bambino deve inseguire ecco perchè Sciuscià è un capolavoro soprattutto perchè mostra senza finzioni nè banalità la realtà dei bambini poveri e di quegli adulti che negano loro l'infanzia, un film da fare vedere soprattutto a tutti i genitori per mostrare loro cosa significa negare ai propri figli i sogni. Da collezionare

2 commenti:

  1. no no :p per me il film di Truffaut rimane il più bel film d'infanzia. Questa opera di De Sica anche se mi è piaciuta tantissimo, l'ho trovata più datata per le situazioni che vengono mostrate, si concentra più sul dramma che sul vero percorso della maturità come avviene ne I 400 Colpi.

    RispondiElimina
  2. si forse è questa la differenza tra i due film, il fatto è che sono due movimenti cinematografici diversi, il primo è il neorealismo, il secondo la nouvelle vague che è più rivoluzionaria, in effetti il mio paragone è un po' forzato...anche se ritengo siano due film di straordinario impatto emozionale ^^

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...