Passa ai contenuti principali

Memorie di una cinefila

Creando questo blog questa estate, poi lo spazio su MySpace e su Splinder, ebbi l'idea di creare una specie di diario online personale delle mie passioni e delle mie scoperte cinefile, ho scritto parecchie recensioni, ma finora non mi sono mai raccontata in prima persona, voglio farlo stasera, raccontandovi come grazie a David Lynch e Tim Burton scoprii i miei primi registi preferiti, anzi aspettai che li trasmettessero in televisione i loro films per registrarli tutti quanti e naturalmente per divorarli tutti quanti...poi naturalmente ebbi voglia di ricercare e di sapere...ricordo ancora le ricerche affannose che feci per il film Dracula di Bram Stocker di Francis Ford Coppola, era dicembre 1994, avevo vent'anni e mi accorsi in quell'anno che la mia non era semplice curiosità, anche se allora mi definivo semplice appassionata avevo la necessità di scoprire la settima arte e di conseguenza farmi una cultura cinematografica, di sapere tutto ma proprio tutto di films, attori e attrici che reputavo bravi.
Così ebbe inizio la sfortunata ricerca di materiale (perchè ahimè non possedevo proprio nulla di quel film quindi immaginate la mia tristezza) riguardante il Dracula di Coppola...decisi di comprare ciak e di collezionarlo proprio in quel periodo, e scherzo degli scherzi il numero di dicembre era esaurito. La mia collezione di Ciak inizio' con il numero di Gennaio 1995, così cominciai a cercare materiale di qualsiasi cosa attirasse la mia attenzione, anche se Dracula e il materiale dedicato a lui nn l'ho trovato ma pazienza...

Con Ciak scoprii la maggioranza dei registi e degli attori che mi piacciono anche se adesso è la rete la mia principale fonte di informazione perchè è di più facile consultazione ed è molto più comoda.
Grazie alla rete lessi migliaia di recensioni anche di film che molti critici trovano pessimi ma che a me personalmente hanno lasciato il segno, ho moltissimi guilty pleasures ovvero i film massacrati dalla critica ma che a me sono piaciuti, non li elenco stasera perchè devo fare una recensione su un film di Visconti che amo particolarmente...ve li racconterò a giorni se volete...

Commenti

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.