Passa ai contenuti principali

The Tree of Life

L'opera di Malick è una osservazione da vicino della vita, i personaggi si muovono come se galleggiano in un universo senza tempo, il film è incentrato sulla figura del figlio maggiore Jack, interpretato da Sean Penn che mette a punto la sua vita, ricordando soprattutto la sua famiglia e il rapporto conflittuale con il padre e iperprotettivo della madre...
Terence Malick dirige un opera complessa, ma nello stesso tempo intensa e coinvolgente, non perde mai di vista i sentimenti dei suoi protagonisti, tutti bravissimi, a partire da Brad Pitt - mai così sorprendente come in questo film - e Sean Penn che osserviamo intraprendere un cammino, attraverso la sua vita, la sua infanzia, le persone che ha amato e che ha perduto, osservandoli, captandoli come se vivessero accanto a lui.
Il film cominicia con una minuscola luce che piano piano si ingrandisce e tutto diventa più chiaro quando lo spettatore inquadra i protagonisti della nostra storia, è il ciclo della vita, con i suoi limiti, le sue contraddizzioni, i suoi drammi e i suoi dilemmi, che ci viene presentato, senza falsi pudori, avvolte il film può risultare pesante, ma soltanto se guardato con occhio diverso, perchè è la lentezza della vita la protagonista assoluta di questo film, l'amore, l'odio, i sentimenti, sono portati all'estremo con una sincerità quasi sconvolgente, la macchina da presa scivola navigando nell'oceano della vita rappresentandola per quello che è, non è un film facile, ma lascia comunque sconvolti e conquistati per la naturalezza con cui si affrontano certi temi, Brad Pitt interpreta il padre di Jack, e non è mai stato così duro e così spudoratamente sincero nell'interpretare un ruolo che mi ha sorpreso, Sean Penn anche se ha un ruolo marginale, - Jack da adulto - Osserva la sua vita e i suoi ricordi con una certa nostalgia che non può non toccare il fondo del nostro cuore.
Assolutamente un film da non perdere, un capolavoro da collezzionare, ne vale la pena;
Il finale? Eh Beh per quello dovete guardarvi il film!!!

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.