Passa ai contenuti principali

I Croods

Ed ecco un nuovo cartoons targato Dreamworks, la majors dello zio Steve ha partorito un nuovo film d'animazione I croods, un film divertente direi, protagonista è una famiglia, la cui figlia vuole andare alla scoperta del mondo, ma il padre per paura che le può capitare qualcosa non è daccordo con lei, fino a quando è il mondo stesso a richiamare papà Croods, e così la famiglia si unisce alla conquista di una nuova casa e del mondo.
Un film particolarmente accattivante, fresco, e sorprendente. La Dreamworks ha sformato un nuovo piccolo grande film davvero da gardare come si berrebbe un bicchiere d'acqua fresca, e così le avventure di questa famiglia di cavernicoli (che non ha nulla a che spartire con i flinstones) che piano piano riescono ad incollare lo spettatore alla poltrona dall'inizio alla fine.
Il film è divertente e a tratti anche intelligente, e questo gli da una marcia in più per essere un opera solida e da uno stile che entra nel cuore del pubblico; a parte questo direi che questa piccola famiglia grazie al terremoto che distrugge il loro piccolo mondo, creato dal padre affinchè  stia lontano dai predatori che hanno decimato la sua famiglia. ed è così che bisogna uscire questa volta per salvarsi la pelle e trovare un nuovo posto, nonostante la punizione iniziale, sia il padre e la figlia si ritroveranno e il primo capirà che non si possono tenere in catene le persone.
Un film che è una scoperta verso un nuovo mondo, fatto di persone e di cose che sono fondamentali per la crescita di un individuo, Chris Sanders e Kirk de Micco, hanno lavorato a un opera che carpisce nel profondo i valori fondamentali delle persone, evitando le banalità e superficialità di cui sono avvolti certi film d'animazione creando un opera personale e toccante, che riesce a creare empatia nello spettatore.
Voto: 7


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.