Passa ai contenuti principali

All Hallow's Eve

NO, NO NO NO e ancora NO!!!
Avevo detto e ridetto che non sarei mai incarpata di nuovo in un mocumentary e chette combino? Me ne vedo un altro!
Dovevo essere strafumata quella sera per non accorgermene...oppure i neuroni non mi funzionavano a dovere, ma si sa quando si decide di vedere un film a volte capita che quelli funzionanti sono completamente spenti.


Non si può spiegare altrimenti la mia scelta di guardare questo obrobbio, che nonostante l'inizio risulti intrigante è proprio il culmine a non funzionare, diventa grossomodo una grottesca rappresentazione di non so che cosa, in poche parole il regista non sa cosa deve raccontare.
E cacchio ma questi giovani non sanno fare un horror, e menomale che non è uscito in italia ancora, perchè altrimenti ci sarebbe da preoccuparsi seriamente, soprattutto per quanto riguarda i meccanismi della produzione, che si è  ben guardata a fare uscire nelle sale questa ca****a, scusate ma quando l'inca******to è forte volano parolacce al vento hehehe.
Questo non è un film, è spazzatura della peggiore specie, ha senso perderci tempo?
Vi consiglio di guardarvi Eli Roth, almeno lui è capace pur con qualche difetto di intrattenere, qui è rappresentata una storia senza nè capo e nè coda, della spazzatura colossale incapace anche solo di tenerti incollato sulla sedia.

Si riduce il tutto in una noia colossale condita con l'apparizione quando meno te l'aspetti di un clown con la faccia da maniaco - a ridatece It, anzi lo voglio recuperare hehehe - che più che far paura da fastidio.
Il regista poi cosa voleva raccontare? Non ci sono mica fantasmi o cosa Nulla!!!
Facile scopiazzare gli horror giapponesi che quelli SI ti fanno saltare in aria, questo al massimo infastidisce e anche molto.
La trama è surreale, una babysitter deve badare a dei bambini e trovano alla vigilia di ognisanti, una misteriosa videocassetta, quello che non sanno è che quello che c'è filmato nel nastro magnetico è accaduto veramente e il mostro - clown - può uscire dallo schermo è reale e infatti fa una carneficina, solo che il regista non sa maneggiare bene la trama, non è dotato e lo si nota scena dopo scena, fa una opera cinematografica incomprensibile e sconclusionanta, dove non sa che pesci pigliare, alla fine ci si annoia parecchio perchè la storia risulta falsa e pretestuosa.
Il mio voto? 3 ovviamente!!!

 

Commenti

  1. A ma è piaciuta solo la storia finale, quella che ha per protagonista il clown che, per quanto realizzata effettivamente malissimo, me l'ha fatta fare sotto.
    Il resto è fuffa della peggior specie, ahimé, infatti erano da guardare solo i due corti del regista che sono serviti da base per questo lungometraggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me resta un film dimenticabile, da ogni punto di vista...

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Big Little Lies

Ed eccola, non è una serie tv, ma una miniserie, ideata da David E Kelley e diretta da Jean Marc Vallè, incentrata sull'amicizia di tre donne, Celeste, Jane e Madeleine, che vivono la loro vita, a Monterey, una cittadina dell'america.
Celeste deve fare i conti con un marito violento a cui inspiegabilmente perdona sempre tutto, Madeleine soffre perchè la figlia vive con l'ex marito e la sua nuova compagna, e Jane deve fare i conti con un trauma subito e la crescita di suo figlio, accusato da un altra loro conoscente di bullizzare sua figlia.
La prima miniserie che vedo, a parte altre di canale 5 che ho visto soprattutto quando ero molto piccola, alcune le ho dimenticate, altre come Disperatamente Giulia me le ricordo con affetto ancora oggi.
Big Little Lies invece è diversa, intanto ci sono due grossi calibri che rispondono ai nomi di Laura Dern - e per chi è Lynchano come me non può sottovalutare la bravura di questa eccezionale attrice - e la sempre apprezzatissima da me N…