giovedì 8 gennaio 2015

St Vincent

Eccocci alla prima rece dell'anno, prima si fa per dire, perchè la sto scrivendo adesso, dato che quelle  pubblicate le avevo programmate per le vacanze di natale.
Oggi recensisco St Vincent, una commedia piacevole e divertente, con un grande Bill Murray e Naomi Watts in una veste insolita e divertente, nel suo ruolo di prostituta/compagna/amica del protagonista è davvero esilarante, senza contare poi Melissa McCarthy nel ruolo di mamma.

Bill Murray è sempre stato un bravo attore, qui interpreta un uomo disilluso dalla vita, che incontra un bambino la cui mamma è occupata con il lavoro a cui fa da babysitter, pagato ovviamente, anche se la trama non presenta nulla di originale c'è da dire che il modo in cui vengono presentati i personaggi è senza dubbio incredibilmente divertente, ci si riconosce subito in loro e nella caratterizzazione, per questo il regista è stato bravissimo nel costruirli.
Per il resto è una commedia piacevole, che seppur con i suoi difetti - una certa approssimazione nella sceneggiatura che si fa perdonare - si fa volere bene.
Vi sembra strano? No, non lo è, senza contare che con tutta la roba che esce in giro che non lascia nulla dopo la visione, almeno questo film ti resta in mente.
Il merito va alla recitazione di due attori qui in splendida forma Naomi Watts e Bill Murray, per la prima volta insieme, è un po' come fossero gli stanlio e olio della situazione, la coppia funziona alla grande e lo dimostra scena dopo scena.
Anche il film funziona, e spesso e volentieri qualche risata ti esce fuori, nonostante la trama non risulti originale il regista ha la capacità di renderla differente da altri film grazie ad alcuni stratagemmi che gli danno un impronta sopra le righe.
Cosa rende il film tanto originale e sorprendente?
Si perchè qualcosa di originale c'è assolutamente, il suo modus politicamente scorretto, che lo rende intrigante agli occhi degli spettatori, il nostro eroe è uno che fa dello sproloquio il suo punto forte, quante parolacce che dice? Eppure, dentro di lui si nasconde un animo nobile, alla fine si affeziona a quel bambino a cui deve badare a causa dell'assenza della madre, e così diventa per lui una figura paterna - decisamente assente dato che il padre non lo va mai a trovare - con i suoi comportamenti fuori dalle righe diventa anche un amico, infondendogli il coraggio che gli manca quando i compagni lo vogliono picchiare.
Il buon Vincent sarà per lui un punto di riferimento, forse non proprio la figura paterna ideale, ma senza dubbio la migliore.
Il film è accattivante e divertente, e senza dubbio una delle migliori commedie dell'anno appena passato, merita una visione e anche due o tre.
Voto: 7

 

2 commenti:

  1. Carino, è piaciuto anche a me, soprattutto per il mio adorato Bill Murray. Purtroppo invece la Watts l'ho vista in tremendo decadimento, sia fisico sia recitativo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me è piaciuta un sacco invece, il suo ruolo è insolito e assolutamente fuori dalle righe ^_^

      Elimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...