Passa ai contenuti principali

Lo Zoo di Venere

Film immenso, con questo film Peter Greenaway si è guadagnato un posticino nel mio cuore, e vi pare poco? Ammetto che come regista lo trovo abbastanza complesso, però il suo cinema mi affascina, ogni qualvolta guardo una sua opera mi resta sempre impressa nella memoria....certamente anche questo film è piuttosto complesso, come d'altronde ci ha abituati il grande regista britannico.

Come dicevo prima è un film complesso, ora lo ridico qui e non lo ripeto più per non annoiarvi, e comunque bisogna guardarlo con attenzione per accorgersi che certamente è un capolavoro.
La trama racconta di uno spaventoso incidente in cui perdono la vita le due mogli di due gemelli, che da allora si impegnano a studiare la decomposizione di animali, cibi, e via dicendo, prendendosi cura dell'unica sopravvissuta che rimarrà incinta di tutti e due.
Difficilotto eh? Eppure non c'è nulla in questo film che non faccia gridare al capolavoro assoluto, non è facile aaaaaaaaaah noooo, vedete, lo stavo dicendo di nuovo, non lo voglio direee oooh!!!
Ok, non vi preoccupate non stavo spoilerando, non lo farei mai!!! Hehehe.
Tra i film di Greenaway che ho visto questo è senza dubbio il migliore, anche se mi viene difficile sostenere che altri film sono brutti, avendone ancora visti molto pochi.
Comunque sia siamo in ballo e allora BALLIAMO!!!

Non è facile parlare di questo film, perchè come tale è un esperienza che va vissuta a pieno, senza pregiudizi o retorica, semplicemente lasciandosi catturare dalle immagini che richiamano sempre quadri pittorici, costante sempre presente nel cinema di Greenaway, qui invece riesce a rendere artistico anche il marcire di un frutto, di una banana, di un animale, di un insetto, semplicemente velocizzando il tutto per sottolineare la strana ossessione dei due scienziati iniziata subito dopo l'incidente delle mogli.
Tuttavia c'è un triangolo amoroso, vissuto con una serena partecipazione tra i gemelli e l'unica sopravvissuta che diventa la loro amante, nonchè madre dei gemelli concepiti con tutti e due.
Curioso vero?
Si, è un film curioso, nonostante ciò è un opera talmente intensa che è difficile dimenticarla, ormai è entrato di diritto tra i miei cult movies, e come potrei non farlo entrare?
Peter Greenaway che è un genio, sa esattamente cosa vuole raccontare sullo schermo, e non esita ad esprimere la sua poetica, anche se sinceramente non credo sia un film per tutti i palati, soprattutto se vi impressionate lasciate perdere, se non vi impressionate allora andate sul sicuro e procedete nella visione, e vedrete che capolavorone guarderete.
Che voto dare a questo film se non il massimo?
Voto: 10

 

Commenti

  1. I suoi primi due film per me sono anche i migliori: questo e I misteri del giardino di Compton House; entrambi capolavori. Poi ho continuato a seguirlo, ha fatto altri buoni film, ma è stata una parabola discendente.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.