Passa ai contenuti principali

Paddington

E rieccomi anche oggi con le rece nel mio blog.
Per oggi ho scelto di recensire Paddington in ritardissimo lo so, ma come si dice non è mai troppo tardi.
Film delizioso, che nonostante non presenti nulla di nuovo, intrattiene piacevolmente nei suoi novanta e più minuti credo di durata.

La presenza di Nicole Kidman come cattiva è ormai un cult per me, questa attrice da il meglio di se nei ruoli da bastarda, dovrebbero farle fare spesso i ruoli negativi, è molto brava e qui non si smentisce neanche stavolta, che come novella crudelia demon, cerca in tutti i modi di acchiappare paddington per farle un animale imbalsamato.
Sottovalutando il fatto che suo padre conosceva paddington per avergli salvato la vita, e che lo stesso orsetto è stato adottato da una famiglia che lo ha trovato in una stazione.
All'inizio le cose non saranno facili, ma piano piano questo orsetto li conquisterà tutti diventando un membro della famiglia, e questi ultimi cominceranno a volergli bene.

Che dire se non guardatelo?
Non sarà certo un capolavoro ma che importa? L'importante è divertirsi no? Poi ogni tanto fa pure bene un po' di sano intrattenimento disimpegnato, anche se questo qui non può certo definirsi intrattenimento disimpegnato dato che è fatto molto bene ed è diretto altrettanto bene.
Paul King è capace di creare una speciale alchimia tra i personaggi e la storia, che non cade mai nel banale e superficiale, e solo per questo gliene si deve dare atto.
Il film mi è piaciuto, decisamente graziosissimo, poi questo orsetto mi sta simpatico perciò anche se siete grandi non avete paura, questo film fa anche per voi.
Film giusto per grandi e piccini olèèèè guardatevelo mi raccomando insieme ai vostri bambini.
Voto: 7


Commenti

  1. A me ha divertito, non gli avrei dato due lire, ma alla fine sembra un (pò) un Wes Anderson in salsa Disney. Ho apprezzato la coppia composta da Nicoletta Ragazzino e il mitico Peter Capaldi. Ed è piano di scene divertenti, tipo l'orsetto alle prese con la scoperta dello spazzolino da denti ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  2. L'ho visto sotto capodanno! Carinissimo :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.