Passa ai contenuti principali

Insurgent

Considerato che, è un secondo capitolo, poi è una storia di mezzo oltre che la continuazione di Divergent ecco a voi, servito su un piatto d'argento la seconda puntata.
Rispetto al primo capitolo siamo a un livello leggermente più basso, anche se le scene d'azione non mancheranno e nemmeno l'adrenalina.
Certo non siamo ai livelli del capolavoro, ma con opere del genere si richiede il puro e semplice intrattenimento divertente piuttosto che l'intrattenimento impegnativo.

Voi vi chiederete, ma si può vedere? Io rispondo SI, se volete una serata di totale disimpegno è il film giusto per voi, ma se cercate qualcos'altro ne rimanete sicuramente delusi.
Primo perchè è chiaramente un giocattolone, e come tale va preso, certo non è al livello delle robette stime Michael Bay, il suo porco e onesto lavoro lo compie, e per pellicole del genere questo basta e avanza, giusto giusto da prendere come diversivo tra una pellicola impegnativa e l'altra.
Certo non mancano i difetti, si vede chiaramente che è un prodotto costruito per la multisala fatto e impacchettato per incassare, comunque si fa volere bene perchè sa divertire, e questo è uno dei pregi del film.
Per la qualità la regia è piuttosto approssimativa, e la caratterizzazione dei personaggi che nel primo capitolo era più curata, qui invece è più trascurata. Come lo script che invece di coinvolgere lascia un po' distante lo spettatore, peccato perchè il film ha delle potenzialità incredibili, che in mano ad un altro regista sarebbero esplose in positivo.
In conclusione, non si va al di sopra della sufficienza.
Voto: 6



Commenti

  1. Il primo film era persino riuscito a dare senso a molte incongruenze del libro (idee interessanti in mano a gente che non sa scrivere)... lo avevo apprezzato per questo. Poi non mi è venuta voglia di vedere il seguito però ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io l'ho visto, e sinceramente non mi è dispiaciuto, anche se il primo è decisamente migliore ^_^

      Elimina
  2. La morosa mi ha costretto a vederli entrambi.
    Quanto schifo...

    RispondiElimina
  3. La penso come Sam, alla fine non ho avuto proprio voglia di vedere questo sequel. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh beh...checce voi fà se vede che non te garba, po' succede sai? :D

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.