Passa ai contenuti principali

Una Folle Passione

Cosa penso di Una Folle Passione?
Un film che mi ha colpito, in due sensi, sia positivamente che negativamente.
Sembra un romanzone strappalacrime ma in realtà c'è sempre qualcosa che brucia sotto la cenere.

La cosa che colpisce maggiormente di questo film è la caratterizzazione dei personaggi, i loro sentimenti distruttivi e folli.
La moglie è una donna che dopo aver subito un aborto ed essere diventata sterile si accanisce contro il marito perchè ha scoperto che un altra donna gli ha dato un figlio.
Una storia un po' crudele che sinceramente mi ha lasciato l'amaro in bocca.
Anche se mi aspettavo qualcosa di diverso dal titolo  sbagliato italiano - come sempre quando sballano i titoli ci si aspetta una storia diversa da quella che è. - è il ritratto di una donna e soprattutto della sua crudeltà nei confronti del marito.
Avvolte crediamo che si diventa cattivi perchè si nasce così, altre volte sono gli altri a farci diventare cattivi, scatenando una crudeltà inimmaginabile, da fare diventare ciechi e sordi fino a volere la morte di un bambino innocente, che non centra nulla.
Ma è il destino ad aver accettato la sfida di Serena, che si accanirà contro di lei, dandole un dolore ben più grande di quello che si aspetta.

Un film lacerante, crudele e spietato questo diretto da Susan Bier, forse spettacolarizza il dolore, in maniera lucidamente crudele testando lo spettatore per capire fino a quanto può reggere a tanta cruda realtà.
Anche se sinceramente di masochisti che riescono a vedere questo film non so quanti ce ne siano. Io si l'ho visto tutto, non sono masochista ma non sono riuscita a sostenere tanta crudeltà in una pellicola. Decisamente esagerata.
La regista spince il pedale della spietatezza per rendere più drammatica la storia, quanto bastava solamente carpire maggiormente il dolore interno dei personaggi.
Non siamo ai livelli di Antichrist, ma decisamente qui c'è troppa carne al fuoco...deve permettere allo spettatore di assimilare per creare empatia coi personaggi, cosa che effettivamente non succede con questo film.
All'inizio sembra un fumettone romantico, non ci sono scene di passione rovente come ci si potrebbe aspettare, c'è dell'altro, ed è decisamente troppo...purtroppo!!
Voto: 5


Commenti

  1. Quelal coppia lì non mi frega più, mi è bastato quell'altro dove c'era anche De Niro, talmente bello che ho pure scordato il titolo ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  2. Bu, sarà che non tutti hanno gli stessi gusti, ma a me "Il lato positivo" era piaciuto un sacco, e l'ho anche rivisto varie volte dalla sua uscita.
    Questo invece non l'ho visto e non ne no sentito parlare benissimo. Cooper non è proprio il mio attore preferito mentre per Jennifer perdo proprio la testa...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.