Passa ai contenuti principali

The Void

E oggi parliamo di The Void, film di cui molti vedono l'horror dell'anno, io non sono di questo parere, e presto vi spiego il motivo, innanzitutto è un film piuttosto blasonato, però ha una grandissima potenzialità per essere un opera interessante, e dall'inizio sembrerebbe proprio fosse così, poi man mano che la storia va avanti si comincia a capire che qualcosa non torna, e quel qualcosa che NON TORNA esplode nel finale assolutamente assurdo che rovina una storia che poteva essere interessante, con una soluzione scontatissima.

Ora rispondo alla domanda che si pongono tutti, The Void è l'horror dell'anno? Assolutamente no, sicuramente usciranno horror decisamente migliori, anche se migliori di questi tempi è una parolona talmente grossa da rasentare la bestemmia.
Comunque sia The Void, nonostante tutto non è da buttare via, non è affatto male come film, solo che lo script non è curato bene, e si finisce per evidenziare un chiaro problema di sospensione dell'incredulità che sgonfia come un palloncino sul finale.
Non dico di più per non rovinarvi la visione, dico soltanto però non aspettatevi chissà quale capolavoro, perchè non lo è.
Con tutti i suoi difetti The Void può piacere o meno  a seconda dei punti di vista, solo che non è un horror particolarmente riuscito.
Gli effetti speciali, le scenografie, sono curatissimi e qui nulla da dire, ciò che non funziona è la struttura fondamentale del film, ovvero la sceneggiatura.
Film fin troppo prevedibile, lo ribadisco il che denaturizza un opera cinematografica che poteva essere se non un capolavoro almeno un ottimo film.
Tralasciando un attimo questi fatti, devo dire con rammarico che difetti a parte, c'è da sostenere una particolare opinione in cui se il film fosse stato scritto meglio, e fosse stato meno prevedibile magari oggi starei consigliandolo per la visione.
Se lo consiglio? Ni, decisamente ni.
Poi ovviamente voi potete essere liberi di pensarla come volete e vederlo, per carità non sono io quella che vi obbliga ad una non visione.
Detto questo dico che il film aveva infinite potenzialità per essere un opera ottima, che purtroppo sfumano via da un finale piuttosto frettoloso quanto prevedibile.
Un occasione sprecata davvero.
Film che, decisamente non è l'horror dell'anno, e scusate se lo ripeto, ma un opera parzialmente riuscita di due autori forse incapaci di andare oltre i propri limiti.
E questo è un vero peccato.
Voto: 5

 

Commenti

  1. Poteva essere un capolavoro enorme, invece è un filmetto ben fatto ma con delle pecche, peccato, ma i due ragazzacci che lo hanno diretto hanno un gran talento, mi aspetto grandi cose da loro ;-) Cheers

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.