Passa ai contenuti principali

Song To Song

Anche oggi recensisco, oh c'è decisamente un film particolare che ho selezionato per voi, Song To Song, ultimo lavoro di Terence Malick.
Diciamocelo, in confronto a quel pippone di To The Wonder avevo qualche riserva nella visione, ma comunque poi ho deciso di dargli una chance.
Questo segue una narrazione molto simile, ma bene o male a differenza ha una struttura capace anche di coinvolgerti, e menomale direi.

In un film ci vuole una storia, alcuni dicono che i film dovrebbero essere simili a una sinfonia, altri alla musica come dice Lynch, altri ancora  opere d'arte astratte.
Malick, dirige film su questa falsariga, ma mentre To The Wonder era un film senza capo nè coda, Song To Song mi è piaciucchiato, vi sembra una parola grossa? No non lo è, di questo ve lo assicuro, ma, e dico ma, non è certamente un film per tutti, nè tantomeno un capolavoro.
Però si fa volere bene, questo lo devo dire.
Anche se sinceramente da Terence Malick, mi aspetto qualcosa di più di semplici fotografie in movimento, voglio almeno una storia capace di farmi scervellare, di farmi pensare o riflettere, che mi coinvolga a pieno, invece questo film sembra darti il contentino.
Nulla di male per carità, ma quando scelgo di vedere un film mi aspetto che sia alquanto piacevole, non l'autore non deve tirare la pietra e poi ritirarla non so se mi spiego.
Come certamente avete capito nonostante l'abbia messo nei Guilty Pleasure, nonostante il fatto che mi sia piaciucchiato, e tanto altro ancora, devo pur ammettere che questo non è un film particolarmente riuscito.
Molte persone magari alla visione di questo film si addormenteranno, tanto per affondare il coltello nella piaga, perchè lo troveranno certamente noiosetto.
Però, parlo ovviamente di me, io l'ho trovato piacevole, anche se senza dubbio siamo lontani da definirlo un capolavoro, ce ne passa per definirlo tale.
A parte questo, devo dire che si, per me il film è piacevole, ci sono anche bravi attori c'è bella musica, bella fotografia, belle parole e via dicendo.
Un mio consiglio prima della visione, prendete il film per quello che è, se non vi piace il genere lasciate perdere.
Non so se sinceramente è un cult movie, per esempio ho particolarmente apprezzato la libertà creativa di Malick per questo film, e devo assolutamente dirlo.
Che altro dire se non vedetelo ma con le assolute riserbe?
Per me non supera la sufficienza, anche se non mi è completamente dispiaciuto.
Voto: 6

Commenti

  1. Anche un (ex) fan di Terrence Malick come me ormai si è stufato da questi suoi film tutti uguali...
    Tu sei stata troppo buona. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehe, comunque io credo che non sia affatto male, rispetto a quel pippone di To The Wonder è una boccata d'aria fresca...maaaaaaaaa, come si dice, tutti i gusti sono gusti ;)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.