Passa ai contenuti principali

The Walking Dead Stagione 4

Si è vero, di solito è la domenica che recensisco le serie tv, ma siccome questa l'ho finita di vedere l'anno scorso ed è rimasta lì a prendere polvere fino a quando non si è ripresentata l'occasione di recensirla finalmente.
La quarta stagione comincia dove finisce la terza stagione, troviamo i superstiti alla battaglia col governatore che si sono accampati nella prigione e si nascondono cercando di sopravvivere, allo stesso tempo devono lottare continuamente per salvarsi la pelle.
Ci sarà anche lo scontro finale con il governatore, e chi vincerà?
Come sapete non spoilero, però posso sicuramente dire una cosa: innanzitutto si è abbassato il livello di qualità in questa quarta stagione e me ne rammarico, anche perchè seguo ormai da diversi anni questa serie tv, e ho già in cantiere la visione della quinta stagione, forse uno di questi giorni, l'importante è continuare, sapete cosa c'è che non va?
Secondo me ha perso l'appeal delle prime stagioni.
Mi spiego, se nelle prime stagioni ti teneva letteralmente incollata al piccolo schermo, in questa si vede benissimo che è stata fatta con poca ispirazione.
Lo si nota dalla stanchezza in cui viene messa in scena la storia.
Spero almeno che nella prossima stagione che vedrò molto presto, si riprenda un po' ma ho come il sentore che le cose andranno sempre peggio.
Comunque sia una chance gliela voglio dare comunque, anche perchè l'ho cominciata ed è giusto finirla, vediamo che succede nella prossima stagione.
Siamo sempre qua no?
Nonostante tutto è sempre un cult a casa Lynch, c'è poco da fare, quindi è giusto sapere come va a finire la storia anche se questa stagione non ha raggiunto le mie aspettative e aveva un sacco di ottime potenzialità per riuscire in pieno.
Peccato, comunque nonostante tutto è una serie tv a cui voglio molto bene, e che non lascerò nel dimenticatoio nè la mollerò.
La finirò, anche se dovessi scoprire che si rivelerà una paraculaggine non importa, ormai che sono in ballo, direi di continuare a ballare.
Nonostante tutto.
Cosa c'è che non va? Innanzitutto ci sono parecchie (pure troppe) scene d'azione e di sparatorie, siamo nel bel mezzo dell'apocalisse zombesca, ed è una guerra senza esclusione di colpi che non lascia speranza per nessuno.
In un certo senso, pur con tutti i suoi difetti, questa stagione si fa volere bene, ed è giusto metterla nei guilty pleasure.
Tutto qui? Diciamo di si dai, l'importante è stato finalmente recensirla, il resto non conta.
Comunque sia sono e resto affezionata a Rick Grames e soci, e solo per questo continuo a seguirla.


Commenti

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Cineclassics - Il Dottor Stranamore, ovvero come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba

Riguarda & Recensisci - CineClassics
Terminato lo special di Riguarda & Recensisci dedicato a Tim Burton, ecco che comincia quello dedicato al più grande regista di tutti i tempi, almeno per la sottoscritta, subito dopo il grande Orson Welles. Potevo non recensire i film che ancora non avevo recensito? Può mancare in un blog di cinema che ambisce ad essere il più completo esistente in Italia, un regista come Stanley Kubrick? Assolutamente no. Ed ecco a voi per vostra gioia questo special, a cominciare dai film che avevo visto, fino a recensire gli ultimi due film che mi rimangono da vedere, per completare l'intera filmografia del grande Stanley, che a due anni di distanza da Lolita, gira un film ancora più controverso del precedente.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.