The End of the F***ing World

Potrebbe essere una love story con due personaggi disfunzionali, che hanno famiglie disfunzionali, ciò che importa è che questa serie, passata sugli schermi di casa Lynch è una bomba, una vera bomba.

Protagonisti sono due ragazzi, che all'apparenza potrebbero essere agli antipodi, ma in realtà hanno molte cose in comune, il primo ha dei seri problemi e un pessimo rapporto con il padre, la seconda è alla ricerca del padre, e ha un pessimo rapporto sia con la madre che con il patrigno, tutti e due sono in fuga per una vita migliore, in cerca di qualcosa per cui pensano che se lo meritano.
sono solo otto episodi, ma scivolano via che è un piacere, infatti l'ho vista quasi tutta d'un fiato, e sono felice di poterne parlare con voi questa sera.
Perché è una serie che colpisce.
Innanzitutto l'intreccio è costruito in maniera tale che entri in sintonia con i protagonisti, due ragazzi in fuga perché hanno ucciso un uomo che ha tentato di violentare Alyssa.
James e Alyssa sono innamorati, ma lui non vuole fare il primo passo, all'inizio vediamo la loro vita, difficile per entrambi.
James che ha messo la mano dentro l'olio bollente della friggitrice, Alyssa che riceve solo gli auguri di compleanno dal padre e non lo vede mai.
Insomma, una serie tv intelligente, realistica che mostra quanto sia difficile la vita se non sei cool come tutti i tuoi compagni di classe, ma mostra anche un altro lato della medaglia, che le persone intorno a loro sono molto più disfunzionali di loro, perciò non sono loro i fuori di testa, ma quelli intorno a loro non è che siano perfetti.
Bella, mi è piaciuta proprio e sono felice di averla vista, e recensita ovviamente alla fabbrica, non vedo l'ora di vedere la seconda stagione, forse la faranno l'anno prossimo - dico forse perché ho cercato notizie a riguardo e non ho trovato un fico secco - e quando succederà state pur sicuri che la guarderò e la recensirò ovviamente.
Consigliatissima.


Commenti

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post più popolari