Passa ai contenuti principali

Notte Horror 2019 - Changeling

Per la quarta volta la fabbrica dei sogni partecipa alla rassegna Notte Horror, e quest'anno lo fa con un film visto diverso tempo fa, ma che per l'occasione mi pare giusto: Changeling Lo Scambio, diretto nel 1980 da Peter Medak.

Potremmo definirlo come un diversivo del genere Ghost Movie, e si perché il buon Peter Medak, si mette alla prova con un horror, e il film non è affatto male.
Vidi questo film questo inverno, incuriosita da una storia che parlava di fantasmi - gli horror psicologici sono da sempre i miei preferiti - con mia grande sorpresa mi sono trovata di fronte un film che pur non essendo un capolavoro si fa decisamente volere bene.

Peter Medak non è un regista horror nel vero senso del termine, dopo questo l'unico film che ho visto è stato Triplo Gioco, un ottimo Noir, interpretato da due giganti Gary Oldman e Lena Olin, vederlo alle prese con un horror è stata un esperienza interessante.
Il motivo è che dirige un horror all'apparenza tradizionale come un uomo che dopo l'incidente e relativa morte di mogle e figlia, cambia casa e questa è infestata dal fantasma di un bambino, il cui padre l'ha scambiato per un altro a causa della sua disabilità.
La diversità viene spesso sottolineata nel genere horror, e in questo lo è stata fatta particolarmente in modo da toccare le corde delle persone con una certa sensibilità.
Non ho dunque scelto una tamarrata ma un film capace anche di far riflettere sulla natura umana, profondo, intenso, forse non perfetto, ma sicuramente parecchio interessante.
Questo è un horror forse non originalissimo, ma capace anche di tenere alta la tensione, specie quando la palla rimbalza; oddio che ansia...si perché il fantasma di questo bambino, non è certamente cattivo, vuole solamente fare giustizia, e svelare un segreto tenuto nascosto per tantissimo tempo, e che nonostante i tantissimi modi di celarlo verrà comunque alla luce.
Un film di impianto classico, che non presenta squartamenti, o litri di sangue, ma è capace di generare inquietudine, il che non è mai una cosa sbagliata.
Se non l'avete visto correte a vederlo, vi sorprenderà.


Commenti

  1. Infatti non l'ho visto, ma correre a vederlo non saprei per ora...ma chissà ;)

    RispondiElimina
  2. Il problema ora è che ho voglia di rivederlo! ;-) Cheers

    RispondiElimina
  3. I bambini negli horror fanno sempre paura! Beh, quasi sempre...

    RispondiElimina
  4. Sembra una roba decisamente inquietante...

    L'unico Changeling che conoscevo era quello con Angelina Jolie. E lì la cosa più inquietante era la sua recitazione ahahah

    RispondiElimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post popolari in questo blog

Pretty Little Liars - Stagione 6

  Serie perfetta per un Guilty Pleasure, però stavolta vorrei fare una seria recensione, per quanto mi è possibile. Non ho mai nascosto che Pretty Little Liars mi diverte, però alla lunga che noia... E' sempre la solita storia che si ripete, annata dopo annata senza mai arrivare a un punto. Dopo lo smascheramento di A da parte delle Liars, eccone spuntare un altra, spuntano come funghi, la storia è divisa tra quando vengono imprigionate da A, che poi sarebbe Charles Di Laurentiis  diventato Charlotte Di Laurentiis , e questi gioca con loro, finalmente si scopre chi è che perseguita le cinque amiche, Charlotte viene imprigionata e passano cinque anni...e un nuovo stalker ricomincia la tiritera, perché vuole l'assassino di Charlotte . Ok, credo che a volte è meglio fare poche stagioni ma buone, che tante per allungare il sugo senza alcun motivo. Perché sembra che sia una serie dejavù, dove le cinque protagoniste vengono perseguitate in continuazione, al loro posto sarei andata in

#lapromessa2022 - Poesia Senza Fine

 Film poetico e bellissimo, in una parola sorprendente. Se c'è un regista capace di coniugare vari generi cinematografici, allegorie, e personaggi che non rinunciano ai propri sogni, a costo di perdere tutto, quello è proprio Alejandro Jodorowsky autore cinematografico amatissimo dalla sottoscritta, ma in questo film, che è autobiografico, racconta se stesso, mettendo in primo piano tutto il suo mondo. Lo spettatore si trova di fronte un film incredibile e spettacolare, in cui viene travolto come un fiume in piena. Ed è proprio questa l'impressione che ho avuto davanti a questo capolavoro immenso che mi ha lasciata senza fiato per la bellezza e la potenza sia delle immagini che della storia. La storia di un sognatore, che vuole realizzare il suo sogno di diventare poeta e compie in viaggio significativo per realizzarlo. In questo viaggio incontrerà poeti, artisti e freaks, che lo accompagneranno a trovare la sua strada. Un film bellissimo capace di farvi sognare e commuoversi d

Don't Worry Darling

  Ho finalmente visto Don't Worry Darling ultima pellicola di Olivia Wilde, io però voglio concentrarmi su diversi fattori, vi racconterò il perché il film mi sia piaciuto, i punti di forza e i punti deboli. Dunque cominciamo, il film narra la storia di un gruppo di persone che vivono nella ridente e sempre soleggiata cittadina. Alice capisce che qualcosa non torna, soprattutto quando intravede degli strani comportamenti di una sua vicina che la portano a compiere un gesto folle. Comincia a sospettare che dietro il paradiso di Victory, si nasconda qualcosa di ben più inquietante e ha ragione. Anche Victory si presenta come un luogo irreale, dove le mogli stanno a casa e i mariti lavorano a un progetto top secret. Presto capirà di essere stata ingannata dall'uomo che ha sposato con la scoperta di una verità troppo agghiacciante per essere accettata. Ok, vi dico subito la mia, il film mi è piaciuto non lo nascondo, ma però non aggiunge nulla al cinema, dato che il soggetto è stat