Passa ai contenuti principali

Horror Stories Summer Edition - Fear Street Parte II 1978

Ma lo sapete il perché mi piace l'horror?
Chi indovina avrà diritto a una intervista alla sottoscritta nel mio blog, con tanto di pubblicità al suo se ce l'ha.
Dunque, oggi si parla del secondo capitolo di Fear Street ambientato in un campeggio estivo nel 1978, un sequel un po' a ritroso nel tempo, ma che aggiunge qualcosa di nuovo a questa trilogia che è destinata a diventare un cult, non ci credete? State con me e scoprirete il perché.
Ma che ve lo dico a fare?
Anche questo secondo episodio spacca, e aggiunge qualcosa di nuovo al mistero della strega che soggioga e possiede dei ragazzi per uccidere i protagonisti.
All'inizio c'è la continuazione del primo capitolo, con la protagonista che vuole salvare la ragazza di cui è innamorata, ma poi la storia continua, e si racconta il bagno di sangue accaduto al campeggio estivo di sedici anni prima.
A raccontarlo è una sopravvissuta, che ai tempi non è stata creduta per la storia della strega che ha raccontato.
A crederle sono i ragazzi del 1994, venuti apposta a casa sua per cercare delle risposte al mistero e alla maledizione che infesta shadyvale, riusciranno a scoprire di che si tratta?
Un turbine di tenzione dall'inizio alla fine, ecco com'è il secondo episodio, mi è piaciuto un casino e l'ho seguito con ancora più entusiasmo del primo capitolo, che già avevo adorato.
Vedere il secondo capitolo mi ha messo oltre che nostalgia, anche paura e inquietudine, secondo voi nel terzo si sbroglia l'intricata matassa della strega? Lo spero proprio, e lo scopriremo anche domani che lo recensirò.
Per me Fear Street è la sorpresa cinematografica dell'estate.
Avete capito perché mi piace l'horror?




 

Commenti

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!