martedì 6 agosto 2013

Holy Motors

Ragazzi ma cosa ho visto?
Me lo domando perchè ho forse visto uno dei film più magici di quest'anno, eh si, senza dubbio è il miglior film in cui un uomo dentro una automobile, cambia continuamente identità ed è protagonista di tantissime storie, che sono scollegate l'una con l'altra, ma che alla fine si uniscono in un tuttuno.
Spiegare un film come Holy Motors è un impresa quasi impossibile, un opera del genere la si può solo osservare, all'inizio lascia sconcertati, in alcuni momenti vorresti stoppare il film per guardare altro, poi arriva la magia, qualcosa di inspiegabile, ma di ammirabile.
Che un regista come David Lynch abbia fatto scuola è cosa ormai nota, non a caso i francesi sono tutti Lynchani, per Holy Motors, Leos Carax non solo si ispira chiaramente a Lynch trama disconnessa, identità paralleli, un certo surrealismo apparentemente campato in aria, ma che a conti fatti deve essere interpretato, come tutte le opere complesse e surreali, ma riesce a creare un atmosfera unica grazie al suo tocco geniale, si perchè un film del genere solo un genio riesce a farlo, esattamente come succede a Lynch
Holy Motors è un film da vedere moltissime volte per poterlo apprezzare meglio, io l'ho visto solo una volta, ma  mai dire mai, sicuramente una sbirciatina nuova gliela darò perchè è un film che mi ha catturata.
Leos Carax, segnamoci sto nome, mi sa che mi cerco altri film suoi per vederli, e segnatevelo pure voi eh? Non è che poi dopo questa rece la leggete e non ricercate come me eh? No perchè m'arrabbio hahaha, scusate è una battuta scerzavo ;).
Andiamo a noi, allora parlare di questo film come ho detto prima è difficile, prima perchè ci troviamo di fronte un opera monumentale, non per la durata, ma per la qualità, poi perchè ti avvolge prima in una storia/identità del protagonista per altro bravissimo, poi perchè ti senti parte del film, non sono molti i film che mi fanno questo effetto, da sottolineare il cameo di uno dei miei attori preferiti, chi mi segue dagli inizi sta di chi sto parlando Michel Piccoli, grandissimo attore francese che apprezzo moltissimo, per non parlare di Eva Mendes e la cantante Kylie Minogue.
Holy Motors è come una sinfonia di immagini e storie, che bisogna guardare come si ascolta la musica senza porsi troppe domande, e restando incantati dal trasformismo di Denis Lavant e dalla regia di questo grandissimo autore Leos Carax, che mi fa sperare che il cinema può ancora regalare emozioni, perchè Holy Motors è un film di emozioni, e le emozioni non si spiegano, si vivono.
Voto: 10
Non vi preoccupate, il 10 se lo merita tutto.




4 commenti:

  1. Denis Lavant è da Oscar (si chiama anche così nel film), di Carax ho visto quasi nell'ultimo anno, merita, merita:)

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. grandissimo direi, per me è un capolavoro ^_^

      Elimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...