mercoledì 14 agosto 2013

Il Cacciatore di giganti

Bryan Singer è un regista che ho conosciuto negli anni 90 grazie al bellissimo I soliti sospetti, devo dire che con il tempo i suoi lavori si sono diradati e uscivano ogni lustro di tempo, l'ultimo suo film è Superman Returns che non era male, ora ritorna con un fantasy affatto niente male.
Eh si, questo regista ne ha fatta di strada, e questo film lo dimostra, l'ho visto solo una volta, ma ti viene voglia di rivederlo ancora perchè hai la sensazione di esserti perso qualcosa, ma forse è solo una sensazione.
Tutto è concentrato su un antica fiaba di alcuni dei, che piantano la pianta di fagioli per raggiungere il cielo - in questo caso Dio - ma quello che ottengono è l'invasione di giganti che vogliono distruggere la terra, un giovane a cui il nonno ha raccontato la fiaba, si convince che nella novella ci sia qualcosa di vero e ha ragione.
Il film è un turbine di fantasia e avventura come non si vedeva così da tempo, Bryan Singer dimostra di saper maneggiare la storia e coinvolge il pubblico dall'inizio alla fine, con un cast all'altezza e scenografie ed effetti speciali che dire da urlo è dire poco.
Bello mi sono divertita, anche se il mio consiglio è di assaporarlo il più possibile e di goderselo senza aspettarsi il capolavoro, ma solo una pellicola di intrattenimento fatta molto bene da un regista parecchio ispirato, si perchè è un buon film senza che esiga per forza di essere il massimo.
Niente male, davvero niente male, nonostante il 3D, che Peter Jackson e Guillermo del Toro hanno trovato il loro degno autore da mettersi in competizione tra loro? Io credo di si, anche se credo che i primi due siano migliori.
Ma questo solo il tempo lo dirà, intanto questo film si becca un bel voto.
Voto: 7
Sette pieno, e se lo merita pure!

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...