Passa ai contenuti principali

Il banchetto di Nozze

Un film sulla paura di apparire per come si è, soprattutto davanti ai genitori, taiwanesi e tradizionalisti, che vorrebbero che il figlio si sposasse e regalasse loro un nipotino, il figlio accetta di accontentarli ma comincieranno i problemi anche con il suo compagno di cui ha raccontato che è un suo coinquilino...come fare a rimettere tutto a posto?
Siate felici per come siete, il messaggio di questo film è questo, non bisogna mai avere paura degli altri per le proprie tendenze sessuali, se gli altri non ti accettano pazienza, ce ne faremo una ragione, questo è giusto, ma nonostante ciò il figlio vuole far felici i suoi genitori, e presto la sposa darà il tanto sospirato nipotino.
Un bellissimo film sincero, semplice, che sancisce già dalle prime scene le tematiche al centro di questo film, che si scontra con la tradizione e la mentalità dei genitori di lui, Ang Lee fa una sua precisa analisi sull'amore omosessuale e sulle persone che gravitano attorno a questa coppia, la ragazza che sarà la moglie di Wai-Tung il protagonista maschile, sa tutto sull'omosessualità del marito e sta al gioco, fino a quando a carte scoperte non arriva la verità.
Il film cita sapientemente film come Green Card strizzando l'occhio anche a Il Vizietto, è un film che parla sinceramente della paura di come gli altri ci vedono, in questo caso i genitori, che si teme non capiscano le tendenze sessuali del figlio rifiutandolo, ma allo stesso tempo c'è la voglia di assecondarli e renderli felici, il finale lascierà tutti a bocca aperta, ma allo stesso tempo,  la moglie diventerà parte integrante della famiglia allargata.
Imperdibile, soprattutto perchè parla di amore in maniera spiccia, senza inutili pregiudizi, ma anzi, quando alla fine le maschere crolleranno, forse anche i genitori accetteranno la natura del figlio..
Voto: 8


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.