Passa ai contenuti principali

Trappola di Cristallo

Ma ragazzi sta cominciando la saga di Die Hard? Non è possibile...eh si la vostra Arwen si sta dando all'action, e cominciamo col primo capitolo di un fortunato franchise, che possimo definire davvero con le palle, e il nostro eroe è John McLean, un uomo senza macchia nè paura, che fa letteralmente il culo ai terroristi che invadono un grattacielo di cristallo, ve lo dico subito, è un film che spacca!!
Primo perchè sa dosare bene humor e azione, grazie alla brillante interpretazione di un attore che mi piace molto, Bruce Willis, poi perchè il regista riesce a coinvolgere gli spettatori per tutta la durata del film.
La trama vede una banda di terroristi arriva nel grattacielo ufficialmente per liberare dei rivoluzionari, ma il loro vero scopo si trova dentro un caveau, con dentro 640milioni di dollari, John McLean si trova lì per prendere sua moglie e passare insieme il natale coi suoi figli, ma sin dal primo momento quando capisce che il palazzo è stato preso di mira, fa di tutto per mettersi in contatto con la polizia, e risolvere la cosa, quando però i terroristi rivelano le loro reali intensioni, McLean, grazie all'aiuto del sergente suo collega fa di tutto per riprendersi sua moglie principalmente, anche se le cose cominciano ad essere complicate perchè nel frattempo viene scoperto da questi terroristi e le cose si complicano di più quando un giornalista registra quello che ha fatto McLean e va a intervistare i figli, la moglie è diventata un ostaggio...ma c'è una cosa che può fare John per salvare tutti, moglie compresa, ce la farà?
Ragazzi questo è il primo della serie, assolutamente imperdibile sia perchè c'è un giovane Bruce Willis, sia anche per un altro attore, qui nel ruolo di cattivo che è Alan Rickman, che è davvero memorabile, ci saranno altre recensioni della saga di Die Hard, dato che li ho recuperati tutti.
La cosa più eccitante è che riesce a divertire non stancando mai, ho visto diversi film d'azione, alcuni mi annoiavano, ma questo ha qualcosa di speciale che si distingue dagli altri, ma poi ha una trama fresca e una regia frizzante e accattivante, impossibile non amarlo.
Non è un capolavoro ma merita senz'altro un voto di rilievo.
Voto: 7


Commenti

  1. Non è un capolavoro ma un must del genere. Un grande film action come se ne facevano una volta.

    RispondiElimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!