13 Reasons Why

E' arrivato anche il mio momento di recensire 13 Reasons Why Come è andata?
Intanto me la sono trascinata per tutta l'estate, anche perché nel frattempo ho visto una marea di film e l'ho messa da parte, posso dire una cosa, ho faticato a finirla e ora vi spiego il perché.
Certe volte i cosidetti "fenomeni" seriali, sono semplicemente prodotti costruiti a tavolino per un pubblico di teenager.
Cosa c'è di male in questo? In pratica nulla, alcuni di questi prodotti sono accattivanti e coinvolgenti, non posso dire la stessa cosa di 13 Reasons Why, che sulla carta pensavo fosse una serie particolare, che senza dubbio volevo vedere, anche per semplice curiosità, come è capitato con altre serie che poi sono entrata a casa Lynch e non ne sono uscite più.
Come ho detto di sopra ho fatto fatica a vederla, non so perché ma ogni puntata vista finivo per distrarmi parecchio e facevo altro, non mi ha coinvolta, non mi ha catturata...e sinceramene parlando non so se la continuo, perché 13 Reasons Why, per me potrebbe finire alla prima, ora c'è anche la seconda, e si presume la terza.
I temi trattati sono particolari, ma vengono posti in maniera fin troppo romanzata e superficiale anche per sensibilizzare lo spettatore, ma cos'è 13 Reasons Why?
L'amico Ford lo ha bottigliato esprimendo come nel telefilm i suoi 13 motivi - che poi negli usa il 13 porta pure sfiga tanto per dire e mi fanno una serie col 13? - io avevo pure voglia di farlo ma mi asterrò, dicendo che esistono serie decisamente più coinvolgenti di 13 Reasons Why.
A me personalmente mi ha delusa parecchio, lenta, noiosa più che mai, non fa altro che raccontare di questa ragazzetta e delle sue difficoltà a scuola, ok ce le abbiamo avute tutte, pure io ero bullizzata a scuola, ma mica l'ho fatta finita...a tutto c'è rimedio nella vita, una nota critica per i genitori della ragazza...ma dove cavolo stavano? Non capivano che la figlia era psicologicamente instabile e fragile?
Dovevano o non dovevano starle più vicino? E non mi raccontate la solita scusa che fare il genitore è il mestiere più difficile del mondo perché i genitori di Hanna qui sono cechi e sordi...non riescono a dialogare con la figlia, immagina pure  a scuola, e lei non è neanche una santarellina.
Una serie per me dalle potenzialità interessanti, ma che si perde in un bicchiere d'acqua per via delle banalità, che invece di denunciare il bullismo e le cattiverie della scuola, finisce per essere banale e superficiale...e questa serie sarebbe un fenomeno?
Per una volta do ragione a Ford, questa serie tv, non me garba per niente, e ve lo dico sinceramente.






Commenti

  1. Intenti nobilissimi e realizzazione paracula da morire, ho mal sopportato la prima stagione e quasi odiato la seconda, per me possono chiuderla anche qui. Cheers

    RispondiElimina
  2. Non sei l'unica rimasta delusa... Ecco, già il fatto che si sia trascinato per tutta l'estate fa capire che non c'era tutta questa frenesia. Hai ragione: prodotto costruito a tavolino...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una noia mortale guarda, non coinvolge, non sorprende, fa addormentare...

      Elimina
  3. La prima stagione con tutti i suoi problemi tutto sommato mi aveva convinto. La seconda... Chiedo pietà! D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alla fine si riprende un po' ma è troppo poco per una serie di qualità

      Elimina

Posta un commento

Messaggi liberi, NO SPAM Ok?

Post più popolari