Passa ai contenuti principali

Annientamento

Ho fatto passare un po' di tempo prima di vedere e recensire questo film, giorni fa, presa dalla voglia di vedere qualcosa di diverso, decisi di vederlo, e che ci crediate o no, questo film mi è proprio piaciuto.

Trama: Lena è tenuta in isolamento, in quanto è tornata da una missione in un luogo dove c'è un particolare fenomeno chiamato il bagliore, lei c'è andata con altre donne, per capire cosa è successo a suo marito e soprattutto come è morto...la verità sarà più agghiacciante di quanto credeva.
In pratica ho rimesso la trama prima della recensione, un ritorno alle origini dopo ben dieci anni di attività, per recensire questo film particolare e molto bello che mi ha decisamente colpita.
Netflix si sa, è casa di film di intrattenimento, azione, fantascienza, thriller, non mancano mai, come non manca appunto Annientamento, ultima fatica di Alex Garland.
Natalie Portman, ha sempre girato film particolari, dove la protagonista non è mai una donna banale, ma un personaggio dalle mille sfaccettature, in pratica anche Lena è una tipa tosta con le palle, ma deve fare i conti con qualcosa di alieno e sconosciuto con cui non ha i mezzi per combattere, quindi andare in una missione praticamente impossibile, è quanto mai un rischio, ma lei lo corre per capire cosa è successo a suo marito, ma le cose non sono come appaiono nella zona X, e ben presto lei e le sue compagne, devono fare i conti con qualcosa di più grande di loro...riusciranno a salvarsi e a tornare a casa? Oppure dovranno affrontare ciò che non conoscono fino alle estreme conseguenze?
In pratica è questa la tematica di un film incredibilmente coinvolgente e ipnotico, ho sempre voluto bene a Natalie Portman, e spesso e volentieri, i suoi film hanno fatto capolino alla fabbrica, e che ci crediate o no, ho voluto bene anche a questo film.
Da sottolineare anche la presenza di Jennifer Jason Leigh, altra attrice che apprezzo molto, e che fa la capa della missione nella misteriosa e pericolosa zona X.
Annientamento è l'adattamento del primo romanzo omonimo della trilogia della zona X scritto da Jeff Vandermeer,  e se il romanzo è bello quanto il film, mi sa che devo assolutamente recuperarlo.
Buona visione.
Durata 115 minuti
Regia Alex Garland
Con: Natalie Portman, Jennifer Jason Leigh, Gina Rodríguez, Tessa Thompson, Tuva Novotny, Oscar Isaac, 








Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.