Passa ai contenuti principali

Il sospetto - di Alfred Hitchcock


IL SOSPETTO
Lina, giovane aristocratica, incontra e si innamora ricambiata di un giovane di bell'aspetto Johnny, tutto procede bene fino al matrimonio in cui si comincia a sapere che lui vive di espedienti e trascorre il suo tempo a guadagnare soldi con le corse dei cavalli o in piccole truffe...Un giorno Lina scopre una assicurazione sulla vita che John ha stipulato e iniziano i sospetti che lui la vuole uccidere per intascare l'assicurazione.

COMMENTO

Hitchcock ci regala una pellicola che ti tiene incollato alla poltrona dall'inizio alla fine, c'è un crescendo di tensione, mistero che cattura lo spettatore e lo fa vivere accanto alla protagonista, una Joan Fontain in forma smagliante (ed è anche una delle mie attrici preferite) così eccomi davanti al film che ho finito di vedere pochi minuti fa, mi trovo vicino a Lina e comincio a vivere il suo sogno, le sue speranze e la sua gioia, poi arriva la realtà dei fatti, non è tutto oro quel che luccica e Hitchcock è così bravo che mostra come quel sogno iniziale viene messo in discussione dal crescente sospetto verso una persona che si rivelerà alla fine più onesta di quanto si crede, non dico nulla per non rovinare il finale a sorpresa a chi non l'ha visto bellissima la scena della cena in cui John chiede dei veleni ai commensali lì si vede tutta la paura di Lina verso il marito da panico poi la scena in cui Johnny porta il latte a Lina lì ho creduto che davvero volesse ucciderla il gioco sta nella tensione e nel timore che possa accadere l'irreparabile il tutto condito con la raffinatezza tipica di Alfred e il suo caratteristico modo di filmare le storie che trovo sorprendente ogni qualvolta mi imbatto in una sua pellicola.Da non perdere


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.