Passa ai contenuti principali

Io Ballo da Sola - di Bernardo Bertolucci

Io Ballo da sola
Trama
Dopo la morte della madre, la giovane Lucy si reca in vacanza in Toscana quattro anni dopo avere conosciuto un ragazzo con cui ha scambiato il suo primo bacio.
Ma il suo viaggio è anche una scoperta, ufficialmente lei va a trovare dei vecchi amici della madre, ufficiosamente lei cerca il vero padre e anche quel ragazzo che le ha scritto una lettera che ha imparato a memoria...

Commento
Il film è una delicata lezione d'amore scritta a quattro mani da Bertolucci e dalla scrittrice Susan Minot e interpretata da un gruppo di attori del calibro di Jeremy Irons, sua moglie Sinead Cusack, l'allora sconosciuta Rachel Weitz, Stefania Sandrelli e Carlo Cecchi.
Si tratta di un viaggio verso la maturità di Lucy interpretata da Liv Tyler, allora giovanissima, Lucy ha diciannove anni e questo attira le attenzioni dello scrittore Alex Parish (un grandissimo Jeremy Irons) che instaura con lei un rapporto d'amore platonico che è il meglio del film di Bertolucci.
Gli altri si muovono intorno a Lucy attirati dalla sua verginità e desiderosi di farla sbocciare, ma al contrario di Alex non hanno tatto, cercano solo di corromperla e di carpirne la sua purezza.
Oltre ad Alex il miglore è un altro personaggio che non vi dico per non rovinare la visione del film a chi ancora non l'ha visto.
Ed è proprio la Toscana, con i suoi colori e la sua musica il teatro di questa storia intrigante e affascinante allo stesso tempo, gli amici della madre sono artisti cosmopoliti che vivono in un casolare in campagna, in pace e libertà, senza tv senza radio, l'inizio è meraviglioso dagli hooverphonic di 2 wiky si passa a Mozart, Lucy entra in casa e tutti dormono fino al suo arrivo, c'è l'eccitazione il risveglio di Alex che dopo una notte passata a chiacchierare con lei si unisce al gruppo (Alex è un malato terminale di cancro).
E' un film solare e fresco, diretto da un autore in stato di grazia da collezionare.
Il bello del film comunque è il suo rapporto con Alex, che è sia paterno che seduttivo una delle scene miglori con Alex è quella di quando Lucy va a mangiare in pizzeria Alex le dice - devi concedermi qualche frivolezza - tipica frase di chi ha preso platonicamente una cotta.
La mia scena preferita è la rivelazione dell'identità del vero padre di Lucy, ogni volta che la vedo mi commuovo moltissimo.
Di sicuro l'arrivo di Lucy per Alex è stata la migliore medicina.


Commenti

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.