Passa ai contenuti principali

La donna che visse due volte - di Alfred Hitchcock

Trama
John "Scottie" Ferguson, è un poliziotto che si è dimesso per avere causato involontariamente la morte di un collega che voleva salvargli la vita, viene chiamato da un ex compagno di college Gavin Elster, che ora possiede un impresa edile, di sorvegliare la moglie Madeleine che ha strani comportamenti a causa della bisnonna che in seguito alla separazione della figlia uscì di senno e si suicidò. Scottie salva la donna in seguito a un tentativo di suicidio e se ne innamora ricambiato, in seguito la porta nei luoghi dove sono accaduti i fatti per farle superare il trauma, ma avviene un delitto...
Per Scottie arriva il periodo di una lunga depressione, perchè si sente colpevole di non avere salvato la donna che amava, ma un giorno incrocia una donna che somiglia in modo impressionante a Madeleine solo che ha i capelli scuri, lui la convince a vestirsi e a pettinarsi come Madeleine...fino al drammatico confronto in cui viene fuori la verità.

Commento
Uno dei migliori film del grande Hitchcock, già dai titoli di coda entri nell'atmosfera enigmatica del film, la donna che visse due volte è anche uno dei miei preferiti del mago del brivido ed è anche un capolavoro assoluto.
Ma è anche una storia d'amore, ecco ciò che rende interessante l'opera di Alfred Hitchcock è come un essere umano che per scopi personali usi gli altri come pedine, non facendo i conti con il destino.
Un film ad alta tensione in cui ogni tassello è messo al punto giusto, ci sono tensione, mistero sensualità amore, intrigo, inganno e naturalmente la tanto amata suspence.
Tra i pregi del film c'è la straordinaria performance di James Stewart e Kim Novac qui in forma smagliante oltre alla regia del maestro Hitchcock e a una robusta sceneggiatura.
Un grande film che non può mancare in una collezione che si rispetti e che tutti i cinefili dovrebbero vedere.
Bellissima la scena in cui si rivedono dopo tanto tempo e Scotti vuole a tutti i costi sapere la verità, Kim Novak in capelli scuri mostra tutto il dolore per un amore che grazie alla sua complicità con l'uomo che l'ha usata per sbarazzarsi della moglie rischia di non viverlo come vorrebbe, ci mostra il suo rimpianto e il senso di colpa verso l'uomo che ha imparato ad amare.
Alla fine non c'è una scelta precisa, perchè grazie a questo Madeleine farà una scelta drastica e Scottie guarirà dalla sua acrofobia...Non dico di più per non rovinare la sorpresa a chi non l'ha visto.



Commenti

  1. Ogni volta che parlo di Vertigo mi si riempe il cuore.
    Ho avuto la fortuna di sostenere un esame su questo film e dopo aver scomposto ogni singola scena fino al più piccolo fotogramma,posso dire che questo è molto più di un film. Dal tuo commento ho capito che "non hai capito" :), o meglio che hai capito qualcosa ma non il tutto. Non è una critica la mia, tutt'altro,io stesso mi addormentai quando lo vidi la prima volta,il fatto è che in Vertigo non c'è una soluzione. Si possono fare delle supposizioni, ad esempio io sono convinto che sia tutto un sogno di Scottie nella clinica, ma non si ha la certezza di nulla. Purtroppo non è facile capire questo e un'infinità di altre cose.
    Il mio professore diceva che Vertigo è realtà virtuale e che Hitch era così avanti che al tempo nessuno riuscì a comprenderlo.
    Per darti prova che non sto vaneggiando riguarda la scena verso il finale in cui Scottie attende Judie che esca fuori dal bagno ormai "ritornata" Madeleine e fai attenzione alla spalliera del letto alle spalle di Judie. Quello che accade non può esistere nella nostra realtà. ;)
    Sul mi blog,e ne approfitto per ringraziarti della visita,ho scritto un ampio commento su Vertigo,lo trovi in Capolavori (strano vero?:p) se ne hai voglia dagli uno sguardo.
    Saluti :D

    RispondiElimina
  2. Interessante, lo visiterò e rivedrò la scena che hai detto grazie mille ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Robocop

Prima di quest'anno non avevo mai visto Robocop il primo per intero, e ne hanno fatto un remake che ancora non ho visto, spero di recuperarlo, anche se in giro dagli amici bloggers ho letto che era decisamente da perdere.
Comunquesia una sbirciatina gliela do...ma lasciamo perdere il remake e concentriamoci sul film in questione.

Un Anno Vissuto Pericolosamente

Anche questa settimana torna il cinema di Peter Weir, oggi abbiamo uno dei suoi migliori film Un anno Vissuto Pericolosamente, che diede l'oscar come migliore attrice non protagonista all'attrice per altro esordiente Linda Hunt, in un ruolo maschile.

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…