Passa ai contenuti principali

Monica e il desiderio - di Ingmar Bergman

Trama
Monica e Harry sono due giovani non ancora ventenni proletari che vivono una situazione da cui vogliono fuggire, monica ha una famiglia numerosa a chiassosa, un padre che si ubriaca sempre e anche al lavoro le cose non vanno come vorrebbe, Harry è un giovane che vive con il padre ammalato la cui madre è morta quando era piccolo, non sono felici così una notte dopo che c'è stata l'ennesima lite a casa di Monica in famiglia decidono di partire e passare insieme l'estate...Monica rimane incinta così Harry decide di prendersi le responsabilità vista la situazione e di tornare al lavoro...ma le cose tra lui e Monica precipitano dopo la nascita della bambina...

Commento
Questo film per me è stata una sorpresa, al contrario degli altri film da lui diretti ho riscontrato una profonda riflessione sul rapporto di coppia dei due protagonisti in questo caso Monica e Harry, la prima parte è come una favola due ragazzi si innamorano stanno insieme, scoprono le rispettive aspirazioni e sogni, fuggono insieme e passano anche un estate meravigliosa, poi arriva la realtà della situazione Monica rimane incinta e lui è un bravo ragazzo si prende la responsabilità di padre (quante di noi desidererebbero un uomo così?) sacrifica tutto quanto pur di cercare di mantenere Monica la donna che ama e il bimbo che aspetta.
Nel film ho riscontrato inoltre la tipica freschezza e la naturalezza della nouvelle vague (ed eravamo negli anni cinquanta agli inizi) ed è anche realistico il modo in cui è stato girato senza sotterfugi o trucchi, ci sono solo gli attori davanti alla cinepresa grandioso.
Comunque il rapporto tra Monica e Harry è destinato a finire perchè alla fine scopriamo la maturità solo in Harry, Monica non è fatta per fare la madre di famiglia e la moglie devota infatti quella vita la stanca e cerca attenzioni altrove, con la tipica immaturità di chi ancora non è riuscito a capire di essere madre e che è ora di cambiare, c'è una figlia che vuole le sue attenzioni in una scena non è Monica a prendersi cura della piccola ma Harry, è lui che la culla ed è lui che la fa smettere di piangere, Monica pensa solo alle cose materiali come nella scena in cui si lamenta con il marito e piagnucola che vuole un cappotto nuovo...
Alla fine lei lo tradisce con un suo vecchio amore e lascia Harry da solo con la piccola, due scene sono meravigliose oltre a quella che ho citato, e che fanno capire allo spettatore che Monica si è trovato un altro uomo; Quella in cui si fa accendere una sigaretta e poi si volta verso il pubblico dopo quella scena io ho tirato un sospiro di sollievo dicendo povero harry, e quella in cui dice a Harry che non lo ama più, lui la picchia e lei lo lascia solo con la bambina, ma la scena che mi piace di più di tutti è quando Harry si guarda allo specchio ripensando all'estate con monica e ha sua figlia in braccio...capolavoro.



Commenti

  1. bella recensione, concordo su tutto! Grandissimo film!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.