Passa ai contenuti principali

Chinatown

Trama
Un detective scopre casualmente un omicidio legato a un caso di corruzione pubblica mentre si occupa di un altro caso legato a un matrimonio, si imbatte nella bella e apparentemente spregiudicata moglie del defunto credendola un assassina sottovalutando che il vero colpevole sia un altra persona legata alla realizzazione di falde acquifere in città.

Commento
Un film che ha fatto scuola, durante la visione ho avuto l'impressione che tutti i protagonisti avessero qualcosa da nascondere, la Los Angeles descritta da Polanski con i suoi poliziotti corrotti il patriarca che nasconde segreti terribili, la moglie del defunto sembra un po' come un luogo in cui nessuno è innocente e che ognuno di loro dentro di se porta qualcosa di cui deve farsi perdonare dagli altri.
Bellissimi i personaggi interpretati da Faye Dunaway e Jack Nicholson forse sono gli unici personaggi che con la loro drammaticità ti colpiscono in assoluto, la Evelyn della Dunaway è il personaggio che mi ha colpito maggiormente mentre Gittes è il detective onesto che vuole mettere in luce forse una verità troppo scomoda, quando vedi la pellicola hai l'impressione che anche lei vuole nascondere qualcosa ma non è così, dentro di se porta un dolore forse più grande di lei e nella scena finale - di cui non vi anticipo nulla se non avete visto il film - il drammatico confronto la rende più umana e più innocente di quanto in apparenza non sembrava.
Magistrale la regia di Roman Polanski che come sempre firma un altro capolavoro da collezionare qui con lo spirito chandleriano che poi rivedremo in un altro film da collezionare quell' LA Confidential che presto recensirò.
C'è anche dello Humor specialmente all'inizio del film fatto da Gittes verso i cinesi.
In conclusione Chinatown è una splendida scatola cinese di cui tutto sembra il contrario di quello che in apparenza appare per questo reputo Chinatown un capolavoro.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.