Passa ai contenuti principali

Easy Rider - di Dennis Hopper

Trama
Billy e Wyatt, decidono di intraprendere un viaggio in assoluta libertà con le loro moto i cui serbatoi sono imbottiti di droga, verso la grande New Orleans...verranno arrestati per avere sfilato insieme ad una banda senza avere il permesso, lì conosceranno un avvocato che si unisce a loro.

Commento
Per Easy Rider lascio un commento parlando di questo grande film, la mia non vuole essere una critica, ma una sintesi delle sensazioni che questo film mi ha lasciato.
In assoluto è stata una sorpresa, l'opera prima di Dennis Hopper ha fatto la storia del cinema non ci sono dubbi e oggi come quarant'anni fa rimane attuale nonostante il passare del tempo.
Film simbolo della controcultura degli anni sessanta, in questo film che si apre con una lunga carrellata su Billy e Wyatt e dopo sette minuti partono i titoli di testa ti da un senso di libertà già dai primi fotogrammi, la cosa che ti conquista - e qui si ricorre sempre alla critica verso la famosa borghesia, sempre presente nelle pellicole di quegli anni - E' la fotografia di una società piena di contraddizioni e di pregiudizi, grandissime le scene di quando guidano le moto negli spazi infiniti dell'america.
Del film mi è piaciuto anche che i protagonisti fanno la loro scelta e non pretendono di essere accettati nè tanto meno compresi, si vede la società bacchettona e bigotta di quelli che li deridono per i capelli lunghi e quelle stesse persone, grette e mediocri, che nonostante loro non disturbano nessuno cercano in tutti i modi di perseguitarli - impressionante la scena in cui picchiano l'avvocato fino a farlo morire - quella scelta di libertà per cui hanno fatto questo viaggio e di fuggire da una società medio borghese di strafarsi di cocaina o di fumare marjuana, come gli hippies infatti è stato girato in piena rivoluzione sessantottina,
c'è una sequenza al bar in cui vi sono un gruppo di ragazzine che li ammirano, e un gruppo di uomini che li criticano per i capelli lunghi e per come sono vestiti.
Il gioco delle apparenze la dice lunga, e Hopper è bravissimo a mettere in luce questi contrasti, come dire allo spettatore ehi, guardate qui questi due modi diversi di pensarla, noi viviamo in assoluta libertà, ci sono le ragazzine che pur non capendoci vogliono fare il giro sulla moto, e ci sono questi tizi che vogliono farcela pagare perchè abbiamo i capelli lunghi...
Allucinante la scena in cui sono strafatti di droga, - secondo me è la migliore del film - e c'è Peter Fonda che piange davanti alla madonna, tutti sembrano dentro un Trip da lsd e la fotografia piena di colori che si dilatano rende benissimo l'idea della scena.
In conclusione, un film da collezionare, da vedere e rivedere per portarsi dietro sia un cult movie che un pezzo di storia del cinema.


Commenti

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…