Passa ai contenuti principali

L'estate di Kikujiro

Emozionante, incantatore, coinvolgente, ci vorrebbero centomila parole per descrivere l'entusiasmo dopo la visione di questo capolavoro che con i 400 colpi di Truffaut è uno dei più bei film sull'infanzia che abbia mai visto, Takeshi Kitano torna e regala al mondo questa meraviglia di film l'unico dove parla molto, nelle altre pellicole non parla quasi mai, e racconta la storia di un bimbo che vuole partire per cercare la sua mamma, e chiama Kikujiro signore sempre per tutto il tempo del film, lui è scorbutico con gli altri ma protettivo con il bambino, che lui ha deciso di accompagnare, in realtà sono molto simili, anche lui è in cerca di qualcosa del suo passato e di alcune domande in cui vuole avere una risposta, questo viaggio per queste due anime diventa un viaggio metaforico alla ricerca di se stessi, delle proprie radici, e del proprio passato, così per il bambino colora e rende pulito, buffo ciò che per il bambino è difficile accettare e sopportare, si trasforma in clown per fare ridere il bambino, soprattutto nei momenti più duri, non è facile fare accettare la realtà, soprattutto se a viverla è un bambino innocente.
Un film poetico solare e dolcissimo, supportato da una colonna sonora gradevolissima che conquista e sembra scritta apposta per il bambino, anzi gli sembra cucita addosso, stupenda anche la regia di Kitano, che risulta credibile in un film il cui genere non è il suo, un film tanto semplice quanto complesso, un capolavoro che davvero riesce a conquistare anche il più duro di cuore, tra le scene più divertenti, ci sono le scommesse della corsa ai cavalli e quando per fermare una macchina e chiedere il passaggio mettono una pietra sulla strada, poi quando incontrano i motociclisti e fanno ridere il bambino facendo giochi con lui, Consigliatissimo e soprattutto Collezionatelo perchè questo film è un Capolavoro, ne rimarrete conquistati.

Commenti

  1. ah ne ho un bel po' di kitano questo compreso. molto molto carino, capolavoro mi pare eccessivo dirlo ma parere personale. il suo massimo a mio parere è anche il primo che ho visto di lui, Dolls: http://robydickfilms.blogspot.com/2007/08/dolls.html

    ciao!

    RispondiElimina
  2. si dolls l'ho visto un po' malinconico questo film lo considero capolavoro per la leggerezza della storia e per la capacità di Kitano di recitare con un bambino, non è facile fare un film con i bambini, a lui gli viene naturale, poi anche il modo in cui riesce a fare superare al bambino i suoi momenti difficili, non è facile fare un film del genere lui ci riesce benissimo ^^

    RispondiElimina
  3. capisco... :)
    e diciamolo va, che kitano è anche un grande attore oltre che un grande regista.

    RispondiElimina
  4. si molto bravo hai hai l'ho dimenticato hahaha cmq Dolls l'ho trovato anche se è straordinario un po' pesante, i dialoghi ridotti all'osso, non è stato facile seguirlo

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.