sabato 9 ottobre 2010

Stardust Memories

Uno splendido omaggio al cinema questo Stardust Memories, all'epoca un po' sottovalutato io credo ingiustamente dalla critica che lo considerava il suo peggiore film, io l'ho visto, e non condivido assolutamente questa opinione, io credo sia uno dei suoi film più belli, come Io e Annie o Match Point (che resta il suo miglior film in assoluto tra quelli che ho visto), ispirato vagamente anche a Fellini e al suo otto e mezzo è la storia di un regista che fa il punto della sua carriera con il pubblico e gli addetti ai lavori, non mancherà di fare il punto anche sulla sua vita, con le donne che ha amato e che lo ameranno in futuro, un viaggio a ritroso della memoria e del tempo, il ritratto di un artista, e di un uomo davvero molto originale, non è il rifacimento di otto e mezzo, non credo che Allen sia talmente fuori di testa nel rifare Fellini, però è come se parlasse un po' al suo pubblico, a coloro che vedono il film, scoprono la sua vita, un bellissimo ritratto di un genio quasi incompreso a tratti anche Bergmaniano (autore per altro amatissimo da Allen), riflette interrogativi, sulla vita, sull'arte, sull'amore e sul cinema, oltretutto è ambientato nel mondo del cinema, ma che cosa spinge un uomo a rievocare la sua vita quasi a metterla in discussione? Le sue Scelte? Oppure l'approccio sbagliato che hanno le persone alla visione dei suoi film? Oppure anche il rapporto con gli studios? Aspra critica amara di Allen verso gli studios...Allen racconta un po' se stesso, al suo pubblico a cuore aperto, forse anche troppo, per questo alcuni quando uscì non lo hanno apprezzato, resta comunque un piccolo gioiellino da collezzionare
da notare anche il cameo di Sharon Stone all'inizio del film che manda un bacio ad Allen e poi il treno parte e se ne va, a proposito di inizio somiglia molto a quello di otto e mezzo se Fellini ha usato le auto Allen ha usato i treni Capolavoro.

2 commenti:

  1. ...questo e' un Woody Allen che non esiste piu', con un direttore della fotografia, Gordon Willis, che non esite piu' (almeno a livello cinematografico). Woody Allen dichiaro' di aver imparato molto dal suo collega il modo in cui piazzare la mdp..sul piano della scrittura invece era gia' fenomenale...

    ..penso che Stardust sia in qualche modo un omaggio ad uno dei suoi registi preferiti cosi' come
    Interiors lo fu rispetto a Bergman...curioso notare come tra i film considerati "minori" ci siano anche opere importanti come "Ombre e Nebbia" ed in parte anche "Zelig"...

    nickoftime

    RispondiElimina
  2. appunto, l'ho trovato molto notevole come opera :)

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...