Passa ai contenuti principali

Adore


Seconda Prémiere della fabbrica dei sogni, dopo l'ultima fatica di Sofia Coppola di prossima uscita, ho visto questo film con Naomi Watts, nel sito di streaming che per ora uso, la prima volta lo ignorai ma il giorno dopo non me lo sono fatto scappare, e allora l'ho visto.
Vedendolo mi sono accorta che riusciva a toccare delle corde inaspettate, come? Coinvolgendomi.
Ho potuto assaporare finalmente il talento di Naomi Watts, attrice che adoro e ho potuto ascoltare la sua voce originale, e non la voce doppiata, che sinceramente parlando sarà anche comodo il doppiaggio, ma toglie il piacere dell'empatia con i personaggi, ciò che è avvenuto con Naomi Watts in questo film, e non solo con lei; anche Robin Wright è molto brava.
E il film com'è? Il film di per se sembra il classico drammone sentimentale, qualcuno lo chiamerebbe polpettone, ma io non sono daccordo, alla regia c'è Anne Fontaine, regista che non conosco molto ma che mi ha sorpreso, soprattutto per la sua capacità di tenere alta l'attenzione del pubblico in questo film.
C'è comunque il fatto che questo film è diretto soprattutto a un pubblico femminile che prettamente maschile, perchè è una storia d'amore, anzi due storie d'amore.
Il plot del film parte da un romanzo, Le Nonne, di Doris Lessing racconta la storia di due amiche per la pelle, che hanno praticamente vissuto tutta la vita insieme, e sullo sfondo di una spiaggia incontaminata, ognuna si innamora del figlio dell'altra.
L'aspetto della storia è praticamente pruriginoso, e si sente odore di scandalo, ma apparte questo devo dire che è soprattutto l'amore ad essere protagonista, la Fontaine descrive con grande capacità le paure, e emozioni, e i sentimenti dei protagonisti, riuscendo a creare un alchimia tra i protagonisti con i loro dilemmi e il pubblico.
Ma Roz e Lil, impareranno che malgrado si rendano conto che è una cosa assurda, dovranno fare i conti con i loro sentimenti, e i rispettivi figli.
C'è molta sensualità, il film è solare, avvolte allegro,  c'è l'intrigo, l'attrazione, ma oltre questo c'è anche la gelosia, la razionalità, e sono tutti sentimenti ben espressi grazie alla bravura di attrici come la Watts e la Wright, che solo per la loro presenza il film merita di essere visto.
Ma certamente bisogna prenderlo per quello che è, è un buon film mi è piaciuto e anche molto ma ovviamente ci sono anche i difetti, l'origine letteraria sappiamo che sminuisce il film, quindi evito accuratamente di parlare del libro - anche perchè non l'ho letto - non è certo una storia originale, di nuovo c'è che queste due amiche si innamorano del figlio dell'altra e questo rende la cosa piccante, anche se non c'è nessuna scena scabrosa che avrebbe reso il film molto più appetibile.
La regista si concentra troppo sui sentimenti, evitando accuratamente scene piccanti, e ahimè devo dire che è il maggior difetto di questa pellicola, si non ha saputo osare...ma va bene, il film non è poi tanto male.
Uscita al cinema - 28 Novembre
Voto: 6



Commenti

  1. nonostante la presenza di naomi watts, un drammone che mi ispira molto poco...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.