Passa ai contenuti principali

Il Quinto Potere

Wikileaks ad alcuni questo nome non dice nulla, per altri invece rappresenta l'incubo peggiore per ogni governo politico.
La storia racconta la parabola del sito considerato più pericoloso del mondo, in quanto rende pubblici documenti coperti dal segreto di stato, e sottolinea quanto è giusto far sapere alla gente e quando è sbagliato dire sempre la verità?
Ma questa verità viene usata nel modo giusto per salvare vite umane?

In poche parole racconta la storia di un uomo Julian Assange che con legami informatici ha in mano l'informazione globale e la mette in piazza, ma questo fa si che deve vivere come un recluso perchè rischia la vita.
Il film è tratto da due libri scritti dal suo socio che gli ha fatto da portavoce Daniel Domscheit-Bell ora sono in rotta e in causa tra loro.
Del film Assange ha detto che è stato fatto per demolire la sua immagine, non so cosa esattamente ci sia di vero in questo so soltanto che il film rientra nel filone delle pellicole che parlano di creatori di siti come The Social Network sul fondatore di facebook Zuckerberg e Jobs.
Ma  contrariamente ai fondatori di un industria computeristica, e un sito per socializzare, il film si concentra sull'affluenza dell'informazione nella libera rete, e quanto pericolosa sia questa rete che senza alcun controllo offre migliaia di possibilità per smascherare conflitti, e complotti di stato, roba che scotta, roba grossa, wikileaks si concentra di far sapere a tutti la verità.
Controinformazione, libera e spregiudicata, per smascherare quello che i governi nascondono e rendere noti gli imbrogli come l'attacco alle torri gemelle, e la guerra in iraq, sembra una cosa giusta da fare, ma - e il film lo fa notare - c'è un lato oscuro in tutto - forse per questo Julian Assange ha detto che il film è volto a demolire la sua immagine - e il film lo fa notare.
E comunque non c'è nulla di innovativo peccato perchè il film aveva tutte le potenzialità per esserlo, nonostante non parli di cose sconosciute, sullo stesso argomento, ovvero il controllo dell'informazione da parte del potere esistono diversi film anche documentari, ma il regista purtroppo si concentra di più sul libro da tradurre per lo schermo invece di scavare nella verità, e questo è un grande limite, purtroppo.
Nonostante i buoni presupposti la pellicola non decolla mai veramente, perchè purtroppo è romanzato, fin troppo, non sembra rispecchiare davvero l'anima di Wikileaks nella maniera realistica, ma attraverso i romanzi dell'ex socio.
La cosa che sbalordisce è che per un film del genere bisognava andarci giù pesante, soprattutto per fare aprire gli occhi alla gente, che non viene appagata come meriterebbe in favore di una finzione che mescola inganni, tradimenti e via dicendo, piuttosto che ancorarsi alla verità della controinformazione  per mezzo della rete, come ci si aspetta, peccato.
In conclusione un film riuscito a metà.
Voto: 5



Commenti

  1. un grandissimo personaggio che meritava un film decisamente migliore di questo...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.