Passa ai contenuti principali

Escobar - Il Fascino del Male

Preciso, di Pablo Escobar, ho visto solo questo film con lui come protagonista, quello con Benicio del Toro, cercherò di vederlo a breve, quindi mi limiterò a parlare solo di questo film.

Apparte i coniugi Bardem, che interpretano il re della cocaina Escobar, e la sua amante, la giornalista Virginia Vallejo, con cui ha avuto una tormentata relazione, e che lei poi porterà alla sua cattura collaborando con la polizia, ma perderà tutto il posto di lavoro come giornalista in primis, senza avere la possibilità di continuare a svolgerlo.
Per me si è trattato di un opera a metà strada tra il melò, e la cronaca criminale di un uomo al quanto discutibile, che sinceramente non ha lasciato molto alla mia memoria.
Peccato perché da questo film poteva nascere molto di più di un semplice prodotto impacchettato e girato per il grande pubblico.
Comunque sia resta un film d'attori più che d'autore, un esercizio di stile che nulla ha a che fare con il grande cinema.
Pecca comunque di non riuscire nell'intento di svolgere il dovere fondamentale di una pellicola: ossia quello di riuscire a catalizzare l'empatia nello spettatore.
In parole semplici, il film non coinvolge, non appassiona, ne colpisce, i personaggi sembrano muoversi come degli automi, ascoltando le indicazioni di un regista che si sforza di fare chissà quale capolavoro.
Ne esce un opera impersonale, incapace di restare impressa nella memoria degli spettatori, bisogna andare oltre alla criminalità, vedere anche l'uomo che si cela dietro questo narcotrafficante, il suo rapporto con la famiglia che è sempre marginale, moglie e figli si vedono poco, anche con la sua amante non viene sottolineato nulla di importante.
Peccato davvero perché ne poteva uscire qualcosa di veramente unico.
Resta comunque un film che nonostante tutto bene o male, è senza infamia e senza lode, anche se io sinceramente mi aspettavo di più,soprattutto perché c'è Bardem - attore che io apprezzo molto - come protagonista.




Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.