Speciale Walter Hill - L'eroe della strada

 

Comincia da questa settimana uno speciale dedicato a Walter Hill, regista che da un po' di tempo stuzzica la mia curiosità, in passato ho visto diverse pellicole da lui dirette, e quindi, ho deciso di cominciare una rassegna a lui dedicata, e sarà libera, senza una cadenza precisa, perché? Perché alla fabbrica voi lo sapete si approfondisce il cinema dalla prima all'ultima pellicola di un dato autore, cominciamo

L'Eroe della strada sembra un western metropolitano, ambientato ai tempi della grande depressione, protagonista un pugile che cerca il suo riscatto con i combattimenti fuori regola, lo scopre un tizio che si mette sempre nei guai, e insieme formano una squadra che piano piano riesce a far parlare di se, fino a quando il pugile capisce che deve allontanarlo per fare la cosa giusta perché fa debiti con alcuni loschi individui.
Un esordio coi controcazzi lasciatemelo dire, Walter Hill è sempre stato un regista di genere è vero, ma i film li sapeva dirigere, e questo film mi è piaciuto non poco poco, ma tantissimo.
Pensare che ci sono due attori che col cinema di genere ci hanno costruito un intera carriera come James Coburn e Charles Bronson che sono i protagonisti di questo cazzutissimo film.
Si vede benissimo che Walter Hill con la cinepresa ci sa fare, e anche con le sceneggiature, perché sforna una storia coinvolgente ed entusiasmante, e scusate se è poco.
Era da tanto che volevo fare una rassegna a lui dedicata e ora mi sa che è arrivato il momento giusto, presto ci sarà un altra recensione, quella del mitico film I Guerrieri della notte, restate sintonizzati sulle frequenze della fabbrica mi raccomando ok?
Per quanto mi riguarda guardate questo film, sono sicura che vi sorprenderà, proprio come è successo a me.
A presto col secondo appuntamento con Walter Hill.





Commenti

  1. Eccole le rubriche che mi piacciono! ;-) Walter Hill al primo film traccia subito la strada che altri poi seguiranno, sfornando un film che è il padre nobile di tutto il "pit fight" che negli anni '90 ci avrebbe regalato tanti film di menare. Non vedo l'ora di seguirti con il resto della rubrica ;-) Cheers

    RispondiElimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post più popolari