Ema

 

Film che parla di una donna ostinata, di un figlio difficile, e di un uomo che si è arreso, ma soprattutto parla di un amore finito, di un matrimonio ormai arrivato al capolinea, e di una maternità mancata...stavolta parlo di un film che mi ha letteralmente lasciato senza parole per le tematiche narrate.
Solo una donna che vuole essere madre può capire, solo una donna che non si arrende al suo matrimonio ormai finito, a un marito incapace di ascoltarla può comprendere il suo dolore.
Ema e suo marito, sembra parlino ormai lingue diverse, non cercano di capirsi, né tantomeno comprendersi, il tentativo di adottare Polo un bambino difficile, è ormai fallito, il marito si è rassegnato, Ema invece no.
Ema è ostinata e testarda, e cerca di sistemare la situazione come può; lei vuole essere madre ad ogni costo, anche a costo di scoparsi chiunque le capiti a tiro, compresi una coppia, che poi alla fine si capisce chi realmente sono, il suo sogno si realizzerà, ma sarà una sorpresa sia per lei che per il marito incapace ormai di capirla tantomeno di scoparsela.
A fare da cornice, la musica reaggeton, amatissima da Ema, che la balla per poter ritrovare se stessa e per ritrovare il figlio perduto.
Quel matrimonio, si capisce che ormai è terminato, come si capisce che lei per trovare se stessa ha bisogno di allontanarsi da quel marito che critica ogni cosa che fa, e che non la capisce più.
Pablo Larrain ci regala un opera affascinante e difficile da mandare giù, un opera che urla vita attraverso la musica sensuale e carnale del reaggeton, che ci fa entrare dentro il cuore di quella donna, che vuole vivere nonostante tutto, e vuole essere madre, anche se quel bambino ha dato fuoco a sua sorella, anche se ha messo il gatto dentro il freezer, etc.
Bisogna immergersi dentro Ema, perché è un film che ti entra nel cuore, volente o nolente, è un film che ti fa anche riflettere sulle contraddizioni dell'amore e del matrimonio, e soprattutto di quanto sia difficile comunicare soprattutto per due persone che ormai non si amano più.
Un film difficile e sofferto, ma capace di suscitare forti emozioni.
Consigliatissimo, guardatevelo, sono sicura che conquisterà anche voi.





Commenti

  1. Film strano, per me irrisolto e anche un tantino ingenuo in certe parti, ma di un fascino e una suggestione innegabili. Meravigliosa l'attrice protagonista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la protagonista è bravissima, come anche l'attore che interpreta suo marito, colpisce al cuore per una serie di motivi, primo tra i quali il marito, ormai con lui non hanno più niente da dirsi, stanno insieme solo per stare insieme e basta...poi alla fine...è una sorpresa che mi ha sbalordito

      Elimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post più popolari