Passa ai contenuti principali

Red Lights

E' uscita la nuova pellicola di Rodrigo Cortés, già autore di Buried - Sepolto torna con un film thriller ambientato nel mondo di chi dice di avere poteri paranormali.
I protagonisti sono due ricercatori, Margareth Matheson e il suo assistente Tom Buckley, sono due scienziati razionali, capaci di smascherare gli imbroglioni e i ciarlatani, la dottoressa è molto famosa perchè nella sua carriera non ha mai confermato eventi paranormali, ma quando Simon Silver, ritorna dal suo rifugio segreto dicendo di voler dimostrare le sue doti di medium, il giovane decide che è venuto il momento di smascherarlo, ma trova nella dottoressa il rifiuto categorico di esaminarlo, anche perchè chi dissente Simon Silver fa una brutta fine, come un giovane che è morto prima del suo ritiro.
Il giovane non ci sta, e preso dalla testardaggine lancia una sfida a Silver, ma le cose non sono come sembrano, e ben presto il giovane dovrà fare una scoperta sulla sua natura tenuta nascosta da tempo.
Questo è il secondo film che recensisco di Cortés, che si ripresenta al pubblico con un thriller di gran classe, stilisticamente raffinato e intelligente e con un tris di attori con le palle, anche se devo ammettere che Robert De Niro in questo ruolo di medium da una interpretazione piuttosto misurata, avrei preferito che si lasciasse andare un po' di più.
Poi c'è Sigourney Weaver, la migliore del film, che riesce ad impersonare una persona sicura di se e razionale, ma che riesce a farsi domande in maniera naturale e non superficiale.
Cillian Murphy invece mi ha colpito più di tutti, è un giovane si, ma che conosce benissimo le qualità dei medium, compresi tutti i trucchi, e non ha paura di Silver, il suo personaggio non è il tipo spericolato, anzi è quello che vuole vederci chiaro non lasciando trasparire nulla allo spettatore di cosa nasconde in realtà, lo scopriremo alla fine, con un finale a sorpresa degno da lasciare a bocca  aperta, uno scacco matto al re Silver che si vedrà fregato il suo ruolo di mago che si rivela in realtà per quello che è.
Non dico assolutamente nulla, anche perchè sarebbe un peccato per chi non l'ha visto rischiare di parlare troppo si perde la sorpresa finale.
E' un film particolare, ben scritto e ben diretto che ha un intreccio intelligente e logico che lo spettatore deve seguire scena dopo scena per poterlo capire come si deve.
APPETITOSO
Buona visione.


Commenti

  1. Non un capolavoro, ma si può guardare. Buona soprattutto la parte iniziale...

    RispondiElimina
  2. spiazza in qualche occasione e poi l'argomento è sempre stuzzicante. Buon film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, poi c'è quel finale a sorpresa che ti lascia a bocca aperta, lì ho detto WOW!!! Hahaha

      Elimina
  3. Molto ben girato ed interpretato, peccato per quel finale messo davvero lì tanto per. Poteve essere un capolavoro, e invece...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.