Passa ai contenuti principali

Zack e Miri - Amore a primo sesso





Qualcuno si ricorda di Harry ti presento Sally? Sapete quella commedia romantica che...oooooh aspettate, ho sbagliato film hehehe, si scusate il lapsus; anche qui si parla di una amicizia tra un uomo e donna. Ma che amicizia, questi due sono cotti l'uno dell'altra e si vede scena dopo scena, solo che lui è timido e non riesce a dichiararsi fino a quando non rimangono a corto di soldi.
Come fare per pagare i conti? All'improvviso grazie a un amico che è attore porno Zack ha un idea geniale, vi domanderete quale sia questa idea, eccola qui: girare un film porno.
Si comincia a cercare il cast, la location e il regista adatti, anche se poi useranno il negozio di un amico di Zack, in cui gireranno di notte dato che di giorno ci lavorano. Così cominciano le riprese, inizialmente con una sorta di imbarazzo, poi troveranno la disinvoltura giusta per girare.
Anche se poi durante il loro turno non reciteranno la scena, faranno l'amore veramente; questo amplesso farà uscire i relativi sentimenti dei due amici che entreranno in crisi.
Presa la decisione di non vedersi cercheranno di uscire con altre persone, anche se a lungo andare dovranno fare i conti con i loro sentimenti.
Riusciranno i nostri amici a parlare apertamente di cosa provano e fare convivere l'amore nel loro rapporto che si è trasformato mettendo in risalto quello che non si aspettavano?
Una commedia fresca, intelligente e trasgressiva come non mi capitava da tempo di vedere, con scene ironiche e divertenti che non scadono mai nella volgarità gratuita; i nostri eroi sono persone normali che fanno una scelta sopra le righe, e lo fanno per un preciso motivo: portare il pane a tavola.
Qui comincia la scoperta di sentimenti che non erano tenuti in considerazione, e fatemelo dire, non conosco bene Kevin Smith, e non è tra i miei registi preferiti, con Zack e Miri amore a primo sesso - che in america è Zack e Miri make a porno, non capisco perchè gli italiani sempre cambiano il titolo dei film, come se porno fosse una parola da demonizzare, cambiando totalmente il senso del film; ha diretto un film decisamente sopra le righe, raccontando di due persone che non riescono a manifestare i propri sentimenti, per timidezza, per paura etc...ma un fatto eccezzionale come il girare un film porno per far quadrare i conti, riesce a fare uscire sentimenti che non si credeva potevano esistere.
Smith riesce a dirigere un film che si allontana dalle classiche commedie romantiche zuccherose, e dirige un opera che si avvicina alla realtà di qualsiasi persona, creando un film sincero e per nulla fasullo, e di questi tempi è cosa più unica che rara.
La sua regia parla allo spettatore come farebbe un buon amico e non cerca scandali o scene eclatanti, è sincera, cazzuta e ironica.
I protagonisti si allontanano dai classici tipi fotogenici e belloni delle commedie melense proprio perchè ha un suo preciso lato ironico che si avvicina molto al pubblico; e Seth Rogen ed Elizabeth Banks sono perfetti nei loro ruoli di nerd che si sentono attratti l'uno dall'altra, ed eccovi serviti una commedia nuova e divertente, cosa volete di più?
DA NON PERDERE.







Commenti

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Liebster Award 2017

Innanzitutto mi scuso per il ritardo...di parecchi mesi.
Siccome non sono ipocrita ho deciso di premiare alcuni blog che ritengo amici, diciamo a quelli che secondo me meritano più attenzione.
Rintrazio S O L A R I S e anche Pietro Saba World che ringrazio di cuore, dunque le regole

1) Ringraziare e Rispondere alle 11 domande di chi ti ha premiato
2) Premiare gli 11 blogger meritevoli che non raggiungono i 200 followers
3) comunicare la vincita agli altri bloggers premiati
4)  Proporre ai premiati altre 11 domande

Ok alloooora, rispondo alle domande di Solaris
1 - Netflix e lo streaming (Legale) fanno bene o male al cinema?
Io dico che semplicemente sostituiranno la sala cinematografica, purtroppo le nuove tecnologie metteranno al bando i vecchi cinema, io spero vivamente di no...ma la realtà dei fatti purtroppo è questa :(
2- Mentre state vedendo un film al cinema fate silenzio assoluto oppure fate commenti con il vicino di poltrona?
Il silenzio è la regola principale, nessuno mi deve dis…

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.