Passa ai contenuti principali

Contraband

Chris Farraday è un padre di famiglia il cui passato torna a bussare alla sua porta non appena suo cognato fa sparire la merce.
Per paura che possa parlare Chris accetta di fare un ultimo colpo di contrabbando, a Panama andata e ritorno, per prendere delle banconote contraffatte, ma all'ultimo momento c'è una complicazione, e Chris dovrà usare la sua abilità per recuperare le banconote e  far si che alla sua famiglia non succede niente di male.
Film voluto e prodotto dallo stesso Mark Whalberg, che interpreta Chris Farraday, un giovane che ha scelto di ritirarsi a vita privata allontanandosi dal giro del contrabbando, quando ci ritorna mette insieme alcuni vecchi amici, che gli tireranno un brutto scherzo.  Quando lui lo capisce allora passa alle maniere forti, e si salvi chi può, soprattutto se pesti i piedi alla famiglia toccando persone che non centrano nulla.
Questo film è un remake diretto dallo stesso regista che ne ha fatto la versione americana, è un buon prodotto d'azione che riesce a intrattenere abbastanza bene, anche se non è un capolavoro fa il suo sporco lavoro di divertire e tenere in tensione, anche se non siete patiti di film d'azione vi cattura dall'inizio alla fine.
Bravissimo Mark Whalberg come sempre, che riesce a caratterizzare il suo personaggio dandogli la giusta dose cazzuta che gli dona, altrettanto bravi tutti gli altri attori del cast soprattutto Giovanni Ribisi che interpreta l'amico di cui Chris non si può fidare.
Il film inoltre preferisce concentrarsi sulla narrazione piuttosto che sulla spettacolarità di scene pompose e roboanti, ma costruendo una trama ricca di tensione e colpi di scena capaci di tenere lo spettatore incollato alla poltrona, e scusate se è poco, oggi film del genere ne fanno pochi, molti preferiscono usare il 3D, che rende finto il tutto, altri preferiscono narrare la storie in maniera semplice e schietta, relegando il film agli attori e alla recitazione, oltre che alla storia.
Certo non aspettatevi roba alla Scorsese o alla Mann, se vi aspettate questi nomi vi assicuro che il film non vi piacerà, ansi potete trovarlo addirittura noioso, ma se volete un semplice film fatto bene senza nessuna pretesa allora è il film che fa per voi.
DA COLLEZIONARE.





Commenti

  1. Mi manca, mi sa che lo recupero. Grazie per la segnalazione...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.