sabato 20 aprile 2013

L'esorcista

Signore e signori tenetevi forte, ecco a voi L'esorcista, no no tranquilli, è solo una recensione.
Ok lo so il film è particolarmente forte, anche perchè io ho la versione integrale e avevo paura di spaventarmi molto, alla fine la paura era l'attesa della visione che la visione stessa.
Questo è un capolavorone, una bomba spaccaculo, come direbbe Lorenzo Lorant, eh si, uuuh ora sono più rilassata, ora si...prima di scrivere la recensione sono stata assalita da una strana tensione, ora bene o male mi è passata, ma andiamo al film.
Il film è un capolavoro assoluto nella storia del cinema, e soprattutto horror con la H maiuscola, non come quelli che fanno ora. I giovani dovrebbero guardare più film e lasciare le mode ai dilettanti, come fanno Tarantino e tanti altri; voi mi dite che centra Tarantino? Io vi consiglio di guardare i suoi film e poi scoprire gli autori che lo hanno ispirato, apparentemente questo consiglio non centra niente, ma invece centra, perchè è da questi registi che si impara l'arte del cinema di genere, oltre a Friedkin, dovrebbero guardare Carpenter e Romero, che sono i due autori horror più  di punta, e poi POI fanno un film.
L'esorcista narra la storia della piccola Regan, interpretata da una giovanissima Linda Blair che è posseduta da un demone che la tormenta, la madre è una attrice divorziata che non crede in Dio, e affida la piccola nelle mani dei medici, ma si accorgono fin subito che la bambina per quanto riguarda la salute non ha niente, allora il medico le consiglia di consultare un esorcista.
Il problema è che nessuno li compie più gli esorcismi, come risolvere la situazione? Ci pensa un giovane prete a chiamare un prete anziano che compie il rito, sarà lungo e faticoso, ma dovranno affrontare anche segreti nascosti, che sono legati a un altro demone molto più pericoloso di quello che si aspettano.
Un film grandissimo che tiene col fiato sospeso dall'inizio alla fine, le scene sono particolarmente raccappriccianti, ma l'orrore è più psicologico che fisico, e ci sono momenti in cui si salta dalla sedia.
William Friedkin dirige un classico del cinema horror, che entra a pieno titolo nella leggenda e ha dato inizio a un Frnachise che non ha aggiunto molto a questo film, i seguiti restano in ombra di questo film, almeno da quello che ho letto.
In conclusione, un filmone, di quelli da collezionare, non con un semplice dvd o roba simile, ma nella copia più ricercata e piena di extra del migliore blue ray che è uscito sulla piazza - sempre che sia uscito - magari nella versione limited ediction, speriamo che la faranno uscire.


Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...