Passa ai contenuti principali

Knockout - Resa dei conti

In un film d'azione ci vuole il coinvolgimento del pubblico, quando questo viene a mancare si sono tradite le regole fondamentali del genere.
Sappiamo tutti la capacità di Steven Soderberg, di girare film piccoli e coraggiosi, capaci anche di far riflettere; spesso ci mette anche il suo tipico tocco autoriale facendone dei grandi film spendendo pochissimo denaro.
con Knockout ha a disposizione un grandissimo budget, e un cast di attori da capogiro, ma gli manca qualcosa di fondamentale per essere davvero unico, la capacità del suo autore di fare film d'azione. Con questo genere si muove come un elefante in un negozio di cristalleria, incapace di dare una struttura forte alla storia, gigioneaggia con la macchina da presa, cercando un impatto narrativo che invece di coinvolgere lo spettatore in una storia capace di risucchiarla sullo schermo, è capace solo di fare una cosa che per un film d'azione equivale a morte certa: annoiarlo.
Soderberg cerca di fare un film forse diverso dagli altri ma sbaglia strada, per il semplice motivo che la struttura dovrebbe essere spietata, cercare di coinvolgere lo spettatore sia conoscendo i personaggi, sia con le mirabolanti scene d'azione che in un film del genere non dovrebbero mancare; invece si dilunga in tante scene superflue, che minano il coinvolgimento emotivo, facendo in modo che il film risulti un  superficiale e vuoto esercizio di stile.
Per un regista come Soderberg questo è molto poco, considerando la sua carriera e il suo curriculum, mi aspetto grandi cose perchè lui ha la capacità di farlo. Invece questo film è banale e pretenzioso, in alcuni momenti non sembra che dietro la macchina da presa ci sia un regista come Soderberg, resta evidente il fatto che è un film che non sente davvero, non so perchè abbia scelto di dirigerlo.
E in più dobbiamo dire che l'unica a reggere la pellicola, è l'attrice protagonista, ma è evidentemente troppo poco per salvare un film.
In conclusione, è un film che non aggiunge granchè al genere d'azione e spionaggio, inoltre si dimentica facilmente, se volete appisolarvi forse questo è il titolo giusto per voi.
DELUDENTE.




Commenti

  1. Io più che deludente l'ho trovato proprio bruttino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per deludente io intendevo una porcata di dimensioni colossali, solo che bisogna usare parole precise hahahaa magari c'è qualcuno che si offende, scheeeeerzo, si il film si dimentica facilmente

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.