venerdì 26 aprile 2013

Risky Business - fuori i vecchi i figli ballano

E' una delle commedie simbolo degli anni ottanta.
Risky Business racconta di un adolescente che resta solo in casa, cosa che tutti noi vorremmo avere per un po' di tempo.
La cosa che gli succede è un po' matta ma ne vale la pena, soprattutto se si ritrova in casa una ragazza bella come Lana.
Quello che non sa è il mestiere che Lana svolge, ma forse sarà l'occasione per entrambi di cambiare vita e lei di mollare il suo protettore.
E' innegabile, Risky Business è stato il film in cui Tom Cruise è diventato una star rivelandosi al grande pubblico.
Il film è divertente per diversi motivi, primo di tutti quello di far casino con la casa a tua disposizione e fare quello che ti pare senza che i genitori ti rompano le scatole; secondo è trovarsi una bella fanciulla che ti coinvolge in un business che può farti arricchire.
Una commedia frizzante e trasgressiva che non è mai banale, anzi è spregiudicata, allegra, casinista che diverte scena dopo scena.
Tra le scene cult segnalo il ballo in camicia e mutande di Cruise proprio all'inizio del film, quando i genitori sono andati via.
E' chiaro che ci troviamo tra uno dei cult che hanno segnato gli 80s, e considerato che sono passati 30 anni dalla sua uscita direi che il film è invecchiato bene, non un capolavoro ma un cult, questo è  poco ma sicuro, bella anche la colonna sonora che include anche In the air tonight di Phil Collins, musiche dei Tangerine Dream.
La regia non pretende di essere geniale, ma è fresca e sincera, vuole solo raccontare una storia in maniera semplice e diretta e ci riesce.
In conclusione, un titolo appetitoso che sa essere un cult senza pretendere chissà che cosa, e forse sta in questo la sua grande forza trascinante.
CULT.


4 commenti:

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...