Passa ai contenuti principali

1941 Allarme a Hollywood

Un film incompreso, che è stato frainteso alla sua uscita. Ridere sulla guerra quando il conflitto in vietnam era finito da pochissimo tempo non deve essere piaciuto agli americani; io l'ho trovato spassoso e divertente, pieno di scene esilaranti ben calibrate da un autore che voleva fare un film scaccia pensieri, ironico, curioso, ma soprattutto diverso dagli altri, in futuro come ben sapete usciranno i capolavori Shindler's List e Salvate il soldato Ryan che daranno la definitiva consacrazione a Spielberg.
Qui dietro la macchina da presa abbiamo ancora un giovane Spielberg che dirige una commedia, anzi un film comico ambientato durante il secondo conflitto mondiale, quando i giapponesi entrano in guerra con l'america e decidono di invadere niente popo di meno che Hollywood, il divertimento è assicurato, ma non aspettatevi l'esatto rispetto dei fatti storici, è una commedia esilarante che va presa per quello che è.
Eppure c'è qualcosa di magico in questo film, che pur essendo insolito riesce a trasmettere un senso di ilarità, che forse non è stato recepito il messaggio come meritava.
E' un cult movie, a me che l'ho visto per la prima volta è piaciuto molto, soprattutto per il senso di buonumore che è presente in ogni scena del film, poi c'è la  caratterizzazione dei personaggi che è incredibilmente sopra le righe, forse lo è volutamente.
Abbiamo dei protagonisti che sono dei totali imbecilli, che devono fronteggiare l'arrivo dei giapponesi e non sarà affatto facile la battaglia, perchè oltre a combinare guai a non finire, ci si mette pure hollywood con il suo mondo ovattato a peggiorare la situazione.
In una piccolissima parte c'è il grande John Belushi attore che apprezzo molto, in cui interpreta un aviatore che ne combina di tutti i colori, bellissima la scena del ballo, in cui i due soldati duellano a colpi di danza per conquistare il cuore di una bella donzella, tra i momenti migliori segnalo anche il capitano che si commuove guardando dumbo, scena comicissima ed esilarante, e Toshiro Mifune attore feticcio di Akira Kurosawa che è il capitano della flotta che sta per invadere hollywood, che è l'unico che dimostra di avere cervello.
DA NON PERDERE CULT ASSOLUTO.



Commenti

  1. Nei primi anni di università stavo in fissa con Belushi, quindi ho guardato anche questo e lo ricordo molto molto carino!
    Dovrei rivederlo visto che ormai è passato tantissimo tempo.. ç_ç

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.