Passa ai contenuti principali

ACAB - All Cops are bastard

Uno sguardo intenso e drammatico sul mondo dei componenti della squadra antisommossa, i cosidetti celerini.
Stefano Sollima esordisce alla regia raccontando uno spaccato duro dell'italia di questi ultimi anni, e lo fa entrando dentro la squadra dei celerini, che sono uomini abituati alle maniere forti, avvolte andando persino contro i regolamenti del mantenimento dell'ordine pur di fare giustizia a modo loro.
Lo capisce un giovane celerino da poco entrato nel corpo, che da sbarbatello imparerà a sue spese a maturare guardando come la violenza può entrare anche nel corpo della polizia, che dovrebbe proteggere il cittadino piuttosto che abusare del suo potere.
La violenza genera altra violenza, e mentre sono impegnati negli stadi a manterere ordine, oppure  ad arrestare prostitute, o anche cercare di mantenere ordine nelle manifestazioni di protesta, può succedere che la violenza nasca anche per una questione di tornaconto personale che non ha nulla a che fare con il mantenere ordine tra i cittadini.
I Celerini sono uomini abituati a manganellare, la violenza gli scorre a fianco, sono padri, mariti, figli, che vivono in un mondo in precario equilibrio tra il rispetto della legge e il picchiare solo per il gusto di farlo.
Chi è onesto non può che fare rispettare le regole e restare sempre fedele a se stesso, ma ci sono anche altre persone che si fanno corrompere dal loro potere, e allora è la fine per tutti.
Un film semidocumentaristico, piuttosto reale, che mette spietatamente in luce cosa è adesso il corpo dei celerini in italia, girato con assoluta sincerità da colpire lo spettatore dall'inizio alla fine, alla regia abbiamo Stefano Sollima che dimostra già all'esordio che quello che vuole raccontare lo racconta partendo dal presupposto che bisogna anche criticare chi il potere dato dallo stato lo usa non per proteggere, ma per approfittare e cercare di trarne vantaggio sui più deboli.
Uno spaccato drammatico e crudele sulla violenza che è raccontata non facendo un romanzetto, ma per come realmente è, senza mascheramenti inutili, lo dimostrano le carrellate della macchina da presa dritte sulle manifestazioni, sugli stadi, che sono un autentico pugno allo stomaco per lo spettatore.
E' un film assolutamente da vedere, per riflettere su chi approfitta dei più deboli, ma con una lezione data dal celerino onesto all'ultimo li denuncia a tutti restando fedele a se stesso e non si fa corrompere, perchè il potere deve essere usato per proteggere i cittadini, non per picchiare persone innocenti e inermi.
Impareranno la lezione?
DA NON PERDERE



Commenti

  1. Spero di andarlo a vedere presto, ritengo l'argomento interessante. Anche perché alla fine degli anni 70 qualche manganellata l'ho ricevuta da questi squadristi codardi che caricavano sugli studenti disarmati.
    Gli studenti cambiano, le lotte sono diverse come gli slogan e gli striscioni, ma i celerini continuano a caricare e a uccidere.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…