Passa ai contenuti principali

Ingannevole è il cuore più di ogni cosa - The Heart Is Deceitful Above All Things

L'opera seconda di Asia Argento è un film duro, durissimo.
No, se siete particolarmente sensibili evitatelo vi prego, potreste rimanere sconvolti, ve lo dico con il cuore in mano.
Questo ovviamente non ha nulla a che fare con la qualità dell'opera tratta dal romanzo di JT Leroy, per chi fosse interessato alla sua storia eccola J.T. Leroy tralasciando strane questioni, il film ufficialmente è la biografia romanzata di questo scrittore fittizio, una storia di violenza ed emarginazione, di cui ne ha fatto le spese.
Stasera non parlo nè del libro da cui è tratto - perchè non l'ho letto - nè del suo autore o autrice, mi concentro sul film, molto toccante di Asia Argento.

Il protagonista è un bambino, Jeremiah, che viene strappato dalle mani dei genitori adottivi dalla madre naturale Sarah, che passa da uomo a uomo, e gli mostra una visione distorta della realtà, addirittura quando si sposa con uno dei tanti uomini, lo lascia solo a casa per due giorni, ma al ritorno lei non si fa viva, è scappata e il bambino viene violentato dal marito della madre e abbandonato in macchina.
A prenderlo ci sono i nonni materni, che anche loro imbastiscono su di lui dei "sani valori religiosi", arrivando persino ad essere circonciso da uno dei parenti sotto la doccia.
Assiste persino alle frustrate del nonno agli altri figli e nipoti.
A questo punto la madre si rifà viva, ormai è diventata una tossica, e svolge sempre la vita allo stesso modo, passando da un uomo a un altro, ed è proprio la droga a peggiorare il tutto.
Ormai fa la spogliarellista nei locali, e costringe il figlio a truccarsi e a vestirsi da donna, il finale sarà una terribile escalation di violenza che porterà il bambino dentro una casa famiglia, a subire esami psicologici a non finire, si veda la scena con Winona Ryder ad esempio.
Un film che rimane impresso a lungo, e la piccola Asia Argento dimostra di sapersi cimentare dietro la macchina da presa, più delle sue qualità attoriali, e sa parlare di bambini molto ma molto bene, riuscendo a fare sentire allo spettatore tutto il dolore provato da Jeremiah.
Lo devo dire, avevo questo film, ma era messo da parte perchè non l'ho tenuto in considerazione, ma devo dire che è stata una grandissima sorpresa vederlo, primo perchè mi ha rivelato il grande talento registico di Asia Argento, poi perchè anche qui se le sue doti attoriali non vengono meglio messe in risalto, in questa pellicola da lei diretta, come attrice non si risparmia di una virgola.
Un grande grandissimo film, non c'è che dire, devo ancora vedere Scarlet Diva, presto lo farò, e non mancherà la visione della sua opera terza, quel Incompresa con Charlotte Gainsbourg, che è un altra storia di infanzia.
Un film ispirato, sentito, ma soprattutto voluto, e dobbiamo dire stavolta che la sua autrice ha dato il meglio di se per farlo.
Da vedere se non vi impressionate per gli argomenti trattati.
A differenza di papà Dario Argento, non ha preso la strada del cinema di genere, costruendosi una sua impronta autoriale, differente e toccante, brava Asia.
Da non perdere.
Voto: 8






Commenti

  1. piaciuto anche a me.
    ottima asia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, questo film è stato una rivelazione per me :)

      Elimina
  2. lessi il libro che avevo tipo 15-16 anni, e confesso che mi piacque moltissimo. il film invece non ho mai avuto il coraggio di vederlo perchè, quando escono film tratti da libri che ho amato, ho sempre il terrore che possano deludermi, e "sporcare" il modo in cui io m'ero immaginata visivamente la storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah capisco, ti posso assicurare però che il film merita tanto :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Big Little Lies

Ed eccola, non è una serie tv, ma una miniserie, ideata da David E Kelley e diretta da Jean Marc Vallè, incentrata sull'amicizia di tre donne, Celeste, Jane e Madeleine, che vivono la loro vita, a Monterey, una cittadina dell'america.
Celeste deve fare i conti con un marito violento a cui inspiegabilmente perdona sempre tutto, Madeleine soffre perchè la figlia vive con l'ex marito e la sua nuova compagna, e Jane deve fare i conti con un trauma subito e la crescita di suo figlio, accusato da un altra loro conoscente di bullizzare sua figlia.
La prima miniserie che vedo, a parte altre di canale 5 che ho visto soprattutto quando ero molto piccola, alcune le ho dimenticate, altre come Disperatamente Giulia me le ricordo con affetto ancora oggi.
Big Little Lies invece è diversa, intanto ci sono due grossi calibri che rispondono ai nomi di Laura Dern - e per chi è Lynchano come me non può sottovalutare la bravura di questa eccezionale attrice - e la sempre apprezzatissima da me N…