Passa ai contenuti principali

La Passione di Cristo

Avevo delle riserve per vedere questo film, dissi anni fa di non volerlo vedere, dopo aver letto critiche pessime, che lo massacravano, ebbene, dopo aver visitato vari blogs, come al solito mi salta all'occhio questo film, oddio, non l'avevo visto, mi convinco così per caso a vederlo: ebbene, devo dare ragione a quelle critiche; primo perchè è chiaramente un film di propaganda cattolica, della più becera, ahiahiahi, Mel Gibson qui si era fatto prendere dal fanatismo religioso, io che l'ho sempre apprezzato soprattutto dopo aver visto il bellissimo L'uomo senza volto, per non parlare di Braveheart...ma vabbè erano altri tempi.
Non so effettivamente cosa ci sia di vero nei deliri di questo film, o nelle visioni della suora che l'ha ispirato, la mia visione di Gesù è una visione molto diversa da quella che fanno vedere i cattolici - e io sono di religione cattolica, anche se non praticante - più vicina all'uomo, e meno su un piedistallo, come la chiesa effettivamente è.
Non inserirò le scene turculente del film, per non turbare chi mi legge, ma sinceramente il film è una rappresentazione gratuita del dolore e della violenza, credo che per questo film Mel Gibson abbia peccato di presunzione, con questa spettacolarizzazione di violenza, vabbè che il cinema è spettacolo, ma stiamo parlando di una figura sacra, un po' di rispetto ci vuole no?
Se voleva fare un horror poteva benissimo fare uno splatter e ce lo saremo gustato con patatine e cocacola, ma diavolo - è un francesismo scusate hahaha - ci sono stati momenti che il film non si poteva neanche guardare con tutto sto sangue che cadeva, e credetemi per una abituata a guardare Romero e Fulci come me è stato un po' troppo, che ci posso fare, quando è troppo è troppo!!!
E' stata un esagerazione vedere Gesù ridotto a un amburgher camminante, ma il film di per se l'ho trovato superficiale, solo per sottolineare il fatto che c'è - che sia corretto o no poco importa, ognuno è libero di credere a ciò che vuole - chi non crede che Gesù fosse il messia.
Certamente se me lo fossi perso mi sarei risparmiato questo becero spettacolino di quarta categoria, che nulla ha a che fare con la figura mistica di Gesù, che reputo ben più illuminata e sacra di come la chiesa la fa vedere, oltre che molto tollerante nei confronti dell'uomo.
Poi, certamente non so perchè Mel Gibson abbia scelto di girare questo film, non so quali ideologie lo hanno portato ad avere questa idea, fattostà che il film resta brutto, uno dei più brutti mai visti.
Sia chiaro, non sto parlando di razzismo verso gli ebrei, ma sto criticando il fatto che la chiesa non tollera mai chi la pensa diversamente da lei...
Detto questo concludo con una bocciatura.
Voto: 3


Commenti

  1. Persino come film splatter terribile è troppo poco divertente...

    RispondiElimina
  2. Io l'ho trovato uno dei migliori film sulla "Passione", al cinema ero andato a vederlo due volte, e ogni volta che lo vedo (in dvd) mi piace sempre di più. Le scene cruente sono un po' troppo ricche di particolari, è vero, ma secondo me è il film che descrive meglio la fustigazione seguita dalla crocifissione (che nella realtà non devono essere molto distanti da come sono state rappresentate da Gibson). Jim Caviezel è l'Attore che tra tutti i suoi predecessori si avvicina di più all'effettiva figura di Gesù (Pelle Olivastra, occhi NON azzurri, capelli NON biondi) così come tutti gli altri personaggi che lo accompagnano nel film. Io lo promuovo in pieno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me non è piaciuto per niente, mi sembra un inutile spettacolarizzazione della violenza.

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.