Passa ai contenuti principali

Gremlins

Lo ammetto, non ero molto in vena a scrivere la recensione stasera, apparte il caldo estivo che mi soffoca, e in sicilia da noi il sole picchia in testa come un assassino, come dice il grande Lucio Dalla in Siciliano, eccomi di nuovo qua, je souis içi, come dico sempre quando voglio scherzare, oggi parlerò di un film mitico per chi era adolescente negli anni ottanta: Gremlins.





La riconoscete la musichetta eh? Film divertentissimo, geniale, nato dalla mente di Joe Dante e prodotto da Steven Spielberg, negli anni ottanta è diventato un cult movie, che ha rivelato il talento originale di Joe Dante, a rivederlo oggi sembra più un film per ragazzi, ma all'epoca un po' di brividi me li ha messi, e io da ragazzina ero parecchio impressionabile, odiavo gli horror, mi facevano paura, di tempo ne è passato parecchio e per chi mi conosce sa che horrorofila sono diventata oggi.
Ma perchè Gremlins è un cult movie?
Primo perchè è goliardico, surreale, fantastico, e i mostriciattoli verdi all'epoca mi hanno impaurita parecchio, oggi li ho trovati irresistibili, ma soprattutto sottolineo che il film sia una divertente satira su quello che non si conosce, e che si usa con troppa facilità e superficialità, capire e rispettare le cose che ci sono state affidate, il succo sta tutto qui, ovviamente Gizmo il mowgli che Billy riceve in dono, non è come tutti gli altri animaletti, ci sono tre regole da seguire per occuparsi di lui:
Mai dargli da mangiare a mezzanotte,
Mai invaderlo con la luce troppo alta, ma soprattutto
Mai bagnarlo.
Billy infrange tutte queste regole, e ci saranno conseguenze da pagare, riuscirà ad imparare la lezione e rispettare il suo piccolo amico?
Un film sulla crescita, che risuona come una lezione di vita e rispetto verso altri esseri viventi, che siano animali, oppure mowgli come Gizmo appunto.
Divertente il padre inventore di gadget che si rompono sempre, la sua verve comica rallenta la tensione palpabile del film ma senza offuscarla.
In Conclusione, un piccolo grande cult da collezionare.
Voto: 8


Commenti

  1. Io lo amo. E' IL film di Natale per eccellenza!!! :D

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.