Passa ai contenuti principali

Devil's Knot

Un Thriller imperfetto...
Anche se devo ammettere il regista che lo ha diretto è da me molto apprezzato, ultimamente non è che fa film memorabili, ma dall'autore del sorprendente Il Viaggio di Felicia mi aspetto molto più di un semplice thrillerino di routine.
E invece, bisogna accontentarsi...accontentarsi? No, non mi accontento.
Che Atom Egoyan si fosse imborghesito era ormai noto a tutti, ma diavolo, sei un regista, ricordaci il motivo per cui abbiamo cominciato a seguirti, ad apprezzarti...
Parlando del film: tre bambini vengono barbaramente uccisi, il fatto è accaduto realmente, e l'assassino non è stato smascherato, nonostante la lotta dei genitori per scoprire la verità.

Qui Atom Egoyan mostra un indecisione che sinceramente parlando non gli appartiene, la sua è un opera del tutto poco ispirata, che prende scuse a destra e a manca per giustificare un omicidio di cui non sa che strada prendere.
David Fincher, a differenza col suo Zodiac, mostrava una strada,aveva ben presente come voleva raccontare il suo film, e il suo è un film avvincente, tutto questo non avviene con Devil's Knot, il perchè è presto detto.
Innanzitutto ha una regia troppo patinata per un thriller che si rispetti, pensate ad esempio al sovracitato Zodiac, con la sua fotografia sporca, e una regia che non ha paura di sporcarsi le mani nel vero senso della parola, con Devil's Knot invece si ha l'impressione di assistere a un film, come andare a prendere il te da una baronessa, no, non ci siamo, io mi voglio impressionare, voglio stare impalata sulla poltrona incatenata allo schermo fino a quando non so come va a finire la storia, il regista deve sorprendermi, qui invece non ci sono colpi di scena, non c'è tensione, NULLA.
Sembra che la storia galleggi nella routine più assoluta, e non va da nessuna parte, cerca forse di essere narrativo? La narrazione va bene, ma dammi un po' di adrenalina, se devo guardare un film non mi devo addormentare, la sceneggiatura fa acqua da tutte le parti, la scusa diabolica sembra un espediente per qualche colpo di scena che puntualmente non arriva mai.
La filosofia va bene, ma mettimela nel drammatico, questo è un thriller porca miseria, a peggiorare il tutto ci sono pure gli attori, al massimo della loro inespressività, ma cosa rimane di questo film? Solo far sapere a tutti un fatto di cronaca nera rimasto irrisolto? Ok, posso capire che si ci concentra sullo stato d'animo dei personaggi, sulle riflessioni psicologiche di un dolore per la morte del figlio, e questo lo capisco, ma diamoci dentro nello scoprire l'assassino ok?
Tutto questo non succede con Devil's Knot, ed è un peccato perchè Atom Egoyan è bravissimo in questo genere di film, e Il Viaggio di Felicia lo dimostra; ti chiedi arrivati a un certo punto cosa gli ha fatto decidere a dirigere questo film e non un altro?
Voto: 5





Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.