Passa ai contenuti principali

New York New York

Un omaggio alla musica, una storia d'amore, e una canzone New York New York, che sarà immortale. New York New York è la storia di quella canzone e dell'amore tra i due musicisti che l'hanno scritta: Francine Evans e Jimmy Doyle. Interpretati dalla grande Liza Minnelli e Robert De Niro, che  per l'occasione ha imparato a suonare il sax.
L'ascesa, il successo e il declino di Doyle sono raccontati da uno Scorsese che è particolarmente ispirato, con un soggetto non propriamente familiare al suo cinema.
Ma qui riesce a fare un ottima pellicola, che al tempo dell'uscita è stata incompresa e che ha il suo più sincero omaggio al grande Vincent Minnelli, padre di Liza, la protagonista del film.
La versione italiana presenta diversi tagli di scene, quindi vi consiglio la versione originale che è più lunga e vi sono diverse scene.
Allora parliamo del film, che presenta alcune particolarità riconoscibili al suo cinema, ma con qualcosa in più: il magico accordo. Avere una donna, dei soldi e la musica che ti piace; una versione intrigante del sogno americano o meglio dirla frizzante direi, che è il sostantivo con cui si caratterizza meglio.
Il film inizia con la resa del Giappone sull'america, l'incontro/scontro tra Jimmy e Francine, la nascita del loro amore, il matrimonio, il successo dell'orchestra grazie alla calda voce di Francine, ma quando resta incinta le loro carriere si separano, lei fa dei commercial per la radio, e lui ha in mano l'orchestra con un altra cantante, ma le cose cominciano ad andare male. Il successo piano piano va via e persino Jimmy è costretto a cedere l'orchestra a Paul un amico che suona con  lui. Così comincia il lento declino che fortunatamente non durerà molto, perchè suonando nei club di colore Jimmy ricomincia ad essere riconosciuto per il suo talento.
Alla nascita del bambino la carriera di Francine decolla, diventa una diva sia del cinema che della canzone, anche a Jimmy le cose non vanno poi tanto male, grazie alla sua reputazione riesce ad aprire un locale a New York frequentato dai ricconi, ma le loro vite come le loro carriere camminano su binari diversi...quando si reincontrano forse una luce fa sperare in un ritorno insieme...o forse no...chi lo sa?
Bellissimo film che a differenza di tanti film musicali non ha una trama tutta rose e fiori, è il realistico, sincero, spudorato omaggio di un regista appassionato di musica a colui che era un re di questo genere l'ho citato poco fa, il padre di Liza.
Vedere per credere l'inserto Happy Endings, che è un film nel film praticamente, vorticoso, colorato e musicale proprio come un musical di Minnelli.
In conclusione, un grandissimo film da vedere, sia per la musica che per la drammaticità della storia, non un musical ma una storia d'amore per la musica, che si concentra attraverso la genialità del suo autore e sulla bravura dei protagonisti.
DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE.


Commenti

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Spiderman Homecoming

Ecco il terzo capitolo del reboot di Spiderman...lo devo dire non è male, e questa terza parte mi è piaciuta particolarmente, per un solo motivo: Michael Keaton.
Perché? Perchè simpaticamente ha voluto fare il verso ai cosidetti supereroi - lui che ha interpretato il per me mitico Batman Burtoniano - e interpreta il cattivo, ovvero l'antagonista dell'uomo ragno.
Ed è pure padre della sua ragazza...

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…