Passa ai contenuti principali

Allied - Un Ombra Nascosta

Robert Zemeckis è l'autore della trilogia Ritorno al Futuro che prossimamente troverete recensita alla fabbrica, insieme a tutta la sua filmografia, il suo ultimo lavoro lo devo dire, non mi è dispiaciuto.
Certo sono lontani i tempi di Flight o Forrest Gump, che seppur quest'ultimo era una pellicola tradizionale, colpiva soprattutto per la capacità di dirigere un attore talentuoso come Tom Hanks.
Allied invece si trova a metà strada tra un film di guerra e un thriller a tinte forti.
Non che Zemeckis sia indeciso su quale strada intraprendere, al contrario: credo che abbia diretto il film in maniera molto controllata, senza dubbio l'opera in se ha delle potenzialità che non vengono espresse in tutta la loro potenza.
Ed è un peccato perchè se si fosse lasciato andare un pochino in più ne sarebbe uscito un grande film.

Resta comunque il fatto che ci troviamo di fronte a un film ben riuscito, sicuramente non tocca certi vertici ma che importa?
Il suo dovere di divertimento lo fa punto, conta questo, nonostante i suoi difetti si fa volere bene, soprattutto grazie alla capacità degli attori di tenere in piedi sia il film, sia l'attenzione del pubblico.
Di Zemeckis, nulla da dire, comunquesia forse è un opera un po' sottotono, ma questo è irrilevante, considerando anche la storia che nonostante tutti è capace di catturarti.
Ripeto, forse Zemeckis era troppo controllato, e voleva senza dubbio fare un ottimo lavoro, un autore non deve per forza maggiore fare un capolavoro per forza.
Nonostante mi sia piaciuto, non metterei mai questo film tra i miei cult (ovvio), anche se senza dubbio Zemeckis in passato ha fatto di meglio, molto meglio, tenete presente che a supportare lui c'è stato Spielberg che lo ha lanciato nel mondo del cinema grazie alla trilogia di Ritorno al Futuro, che quella si è un cult e resta sempre un cult per gli appassionati di cinema e non solo.
Il film è senza infamia e senza lode, se volete vederlo fatelo, ma non aspettatevi chissà quale capolavoro del cinema.
Ovviamente non è nemmeno da buttare via, su, ha certamente il suo valore, ma forse risulta un opera che pretende di essere ciò che non è in realtà.
Non male.
Voto: 6 e 1/2

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.