mercoledì 22 marzo 2017

Split

Split ha riportato al successo M. Night Shyamalan, autore da me particolarmente apprezzato, eppure il successo non è sempre sinonimo di buona qualità.
Spesso le opere cinematografiche acquistano valore nel tempo, senza dubbio il progetto  è molto ambizioso, niente da dire della regia e soprattutto della recitazione del protagonista James McAvoy,
Eppure, eppure c'è qualcosa che non mi quadra.
Sarò ignorante io, nel mio piccolo di cinefila perdo tempo visionando film, non posso certo elucubrarmi in tematiche psichiatriche o psicoanalitiche, non è  il mio campo; anche se sinceramente non ci capisco un fico secco di queste cose. Comunquesia, posso parlare dell'opera cinematografica in esame oggi.

Dunque, continuando a parlare del film, Shyamalan, forse fa il grande errore di descrivere come un mostro il protagonista, e mi ha dato l'impressione di essere davvero uno fuori di testa, facendo in modo che durante la visione (E parlo della mia esperienza durante la durata del film) io come spettatrice (parlo delle sensazioni strane che ho provato ovviamente), mi sono sentita messa da parte dal protagonista, ho avuto sinceramente paura di lui.
C'è stato evidentemente un distacco tra la storia che Shyamalan ha voluto raccontare, e l'incapacità di entrare in empatia con me che guardavo il film.
Ora non so voi, ma sinceramente e qualitativamente parlando gli preferisco di gran lunga Lady in The Water che nonostante per me sia uno dei film più sottovalutati di Shyamalan mi ha colpita particolarmente incatenandomi letteralmente alla poltrona.
Ora questo non succede con Split.
C'è una persistente sensazione di disagio durante tutta la durata del film, a cosa stai assistendo? A un pazzo maniaco che ha rapito delle ragazze? Grazie direste voi, e qui la costruzione del personaggio non è completa, non si sottolineano i traumi infantili che lo hanno portato ad avere varie personalità...non si approfondisce nulla.
Il Tutto viene lasciato al caso da uno script scritto ad effetto e da un regista particolarmente poco ispirato.
Eh no Shyamy, stavolta hai toppato, e se te lo dice una fan che ti ha sempre sostenuto nonostante gli altri ti hanno massacrato ci devi credere.
Voto: 5

2 commenti:

  1. A me fece schifo già Lady in the Water, pensa tu...
    Split è trashissimo, spero volutamente^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. decisamente trashissimo, una supercazzolona grossa quanto una montagna, cmq parlando di Lady in The Water ho adorato quel film, però bisogna vederlo con una certa attenzione per poterlo capire.

      Elimina

Benvenuto alla Fabbrica dei sogni, I Commenti sono moderati, sei libero di esprimere il tuo parere che deve essere consono all'argomento del post e del blog, tieni presente però il rispetto per chi gestisce il blog e per chi ha un parere opposto al tuo.
Il proprietario del blog si prende la libertà di cancellare e censurare ciò che si allontana dallo scambio civile di pareri...siate felici, è solo un film!!! :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...